RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

15 dicembre 2014

Medici a tutti gli effetti con abilitazione MMG e biglietto da visita

Vi sono delle tappe da cui un medico oggi non può assolutamente prescindere per affermarsi nel mondo del lavoro. Tra queste, oltre all’abilitazione alla professione, la specializzazione e la realizzazione di un biglietto da visita convincente e personalizzato

Sebbene alcuni medici siano ancora scettici riguardo all’utilizzo del biglietto da visita, considerato dai più sorpassato e retrogrado, il mercato di settore dimostra che questo rappresenti ancora il metodo di presentazione più efficace. Ovviamente il discorso vale esclusivamente per i liberi professionisti che esercitino extra moenia, in studi privati per intenderci, ovvero per tutti coloro che lavorino in strutture non pubbliche. Una volta conseguita l’abilitazione in medicina infatti, ossia superato il periodo di tirocinio obbligatorio e l’esame di stato indetto due volte l’anno, il medico non è ancora nella condizione di esercitare la libera professione.

D’altronde pretendere di posizionarsi sul mercato del lavoro senza prima essersi specializzati, oggi come oggi risulterebbe una scelta alquanto azzardata. Impossibile ignorare infatti che la globalizzazione economica ed il progresso tecnologico, abbiano contribuito a segmentare il settore, rendendo indispensabili ulteriori qualificazioni. “Da qui l’esigenza di distinguersi con un biglietto da visita particolareggiato ed accattivante - afferma il Dott.Balletta, esperto di marketing e comunicazione- una soluzione che sia quindi in grado di evidenziare le specifiche competenze del professionista in questione”.

Per arrivare ad avere un proprio biglietto da visita, è dunque implicito che il medico debba seguire un iter più lungo. “Lo dimostrano anche gli stessi template forniti dalle ditte specializzate - sostiene il Dott. Balletta - sempre più specifici. Nulla è lasciato al caso!”.

Di seguito alcune delle tappe salienti del percorso che conducono alla tanto ambita quanto nobile professione:

1.Esame di specializzazione
Indetto dal ministero in un periodo indefinito dell’anno, consente d’ intraprendere un percorso ben preciso, della durata media di 5 o 6 anni.

2.Concorso MMG
Il concorso viene indetto a seguito della pubblicazione del bando regionale, generalmente nei mesi invernali. Il superamento dei test finali comporta un periodo di frequentazione obbligatoria nei vari reparti ospedalieri. In genere non più di tre anni.

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI