RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

26 aprile 2018

Antitrombina III (Kybernin f ev 500-1000 U)

Anticoagulante

È uno dei piú importanti inibitori della coagulazione.
Agisce inibendo la trombina e i fattori IXa, Xa e XIa

Viene usata nella CID in caso di aumentato rischio trombotico
I suoi livelli plasmatici sono spesso molto ridotti in pazienti con CID

Possiede una breve emivita
Aumenta gli effetti dell'eparina

Viene utilizzata in caso di CID quando i precedenti interventi non hanno ottenuto un miglioramento del quadro clinico o quando il suo dosaggio sia ridotto a valori inferiori al 20-30% e dopo aver infuso plasma fresco concentrato al dosaggio di 15 ml/kg

Dosaggio: 7500 U nelle 24 h.

24 aprile 2018

Carbossiemoglobina

Prova di laboratorio, interpretazione dei risultati

Range normale

saturazione dell'emoglobina < 2%; nei fumatori < 9%

Elevata in caso di

fumatori

esposizione a fumo!

esposizione ai fumi di scarico dell'automobile

malfunzionamento di apparecchi a gas

Furosemide, effetto diuretico

Per os

inizio 30-60 minuti

picco 1-2 ore

durata 6-8ore


Per via intramuscolare

inizio 10-30 min.

picco sconosciuto

durata 4-6 ore


Per via endovenosa

inizio 5 minuti

picco 30 min.

durata 2 ore

Vasopressori

dopamina
epinefrina (adrenalina)
midodrina
norepinefrina
fenilefrina

Trombolitici

alteplase
anistreplase
reteplase
streptochinasi
tenecteplase
urochinasi

Calorie, fonti di

destrosio
emulsioni di lipidi
glutamina
soia

Agenti utili nell'ipertrofia prostatica benigna

dutasteride
silodosin
saw palmetto

Antiperuricemici

allopurinolo
lesinurad
rasburicase

Antiperprolattinemici

cabergolina

Anticoagulanti

antitrombina
apixaban
argatroban
bivalirudina
dabigatran
dalteparina
enoxaparina
fondaparinux
eparina
lepirudina
rivaroxaban
tinzaparina
warfarin

Antiaritmici

acebutololo
adenosina
amiodarone
atropina
bretillio
digossina
diltiazem
disopiramide
dofetilide
dronedarone
esmololo
flecainide
ibutilide
isoproterenolo
lidocaina
mexiletina
moricizina
fenitoina
procainamide
propafenone
propranololo
chinidina
sotalolo
tocainide
verapamil

Antiansia, farmaci

alprazolam
buspirone
clordiazepossido
diazepam
doxepina
idrossizina
lorazepam
midazolam
oxazepam
paroxetina
valeriana
venlafaxina

Antiossessivi

clomipramina

fluvoxamina

inositolo

Carbossiemoglobina

Interpretazione dei risultati

Range normale
inferiore a 2%
nei fumatori inferiore a 9%

Elevata in caso di
fumatori
esposizione a fumo
esposizione ai fumi di scarico dell'automobile
malfunzionamento di apparecchi a gas

Cefepime

Cefalosporina di terza generazione

Indicazioni

Trattamento di:

infezioni delle vie urinarie non complicate

gonorrea non complicata

faringite e tonsillite

riacutizzazione di bronchite cronica

otite media


Azione
Si lega alla membrana della parete cellulare batterica, causando la morte delle cellule.


Effetti terapeutici
azione battericida contro i batteri sensibili.


Spettro d’azione
simile a quello delle cefalosporine di seconda generazione, ma l’attività contro gli stafilococchi è minore, mentre l'attività contro i patogeni Gram-negativi è maggiore, anche per gli organismi resistenti agli agenti di prima e seconda generazione.

Notevolmente aumentata l’azione contro:
Haemophilus influenzae
Escherichia coli
Neisseria gonorrhoeae
Proteus mirabilis
Moraxella catarrhalis
Streptococcus pyogenes
Streptococco pneumoniae

23 aprile 2018

Trombolisi nell'infarto acuto del miocardio

(vedi anche: trombolitici e trombolisi)

I trombolitici come alteplase, streptochinasi e urochinasi hanno un ruolo stabilito nella gestione precoce dell'infarto acuto del miocardio

I trombolitici sono somministrati per via endovenosa per rompere il trombo o coagulo e ristabilire la pervietà dell'arteria coronaria colpita, limitando così le dimensioni dell’infarto e i danni irreversibili al miocardio.
Il loro effetto contribuisce anche a ridurre le anomalie ECGrafiche e a modificare il rimodellamento ventricolare

Altri antitrombotici, in particolare l’aspirina e l’eparina, sono indicati come terapia aggiuntiva.

Parecchi grossi studi hanno stabilito che i trombolitici possono preservare la funzione ventricolare sinistra e ridurre la mortalità sia a breve che a lungo termine
Studi come GISSI-16 e ISIS-27 hanno contribuito a stabilire che la mortalità è ridotta se i trombolitici vengono somministrati entro 6 ore dalla comparsa dei sintomi

Ulteriori studi hanno evidenziato che i pazienti che si presentavano entro 12 ore avrebbero potuto ricevere un trombolitico.
L’utilizzo dopo 12 ore è stato associato ad un aumento di effetti avversi

Il vantaggio di una trombolisi preospedaliera eseguita da operatori esperti favorisce la precocitá del trattamento

La scelta del trombolitico dipende da vari fattori quali costi, metodo di somministrazione, controindicazioni.
Anche se la streptochinasi è stato il trombolitico più ampiamente usato, parecchi grandi studi hanno paragonato il beneficio clinico in termini di miglioramento della funzione ventricolare sinistra e della mortalità e non hanno mostrato alcuna differenza tra streptochinasi e altri trombolitici, quali alteplase, anistreplase e reteplase per ció che riguarda l’efficacia complessiva.

22 aprile 2018

Tenecteplase (METALYSE)

fiale per uso endovenoso da 50 mg.

Tenecteplase è un farmaco trombolitico.
Esso converte il plasminogeno in plasmina, sua forma attiva, con conseguente fibrinolisi e dissoluzione dei coaguli di sangue.

Indicazioni
Infarto acuto del miocardio.
Effettuato da personale sanitario esperto qualora non sia possibile sottoporre il paziente ad una angioplastica coronarica entro 120 min.
Va effettuato entro 6 ore dall'insorgenza dei sintomi, se in presenza di persistente elevazione del tratto ST o di blocco di branca sinistro recente.
Di solito si associa ad un bolo di eparina sodica 4000-5000 U. e.v. a seconda del peso corporeo

É dotato di maggior specificità nei confronti della fibrina rispetto all'alteplase e probabilmente è anche più sicuro

Dosaggio
30-50 mg e.v. in bolo, secondo il peso corporeo (0,5 mg./kg, massimo 50 mg.) in 10 min.

Emivita
20 min.

Controindicazioni
La terapia trombolitica non è raccomandata per i pazienti con angina instabile o infarto miocardico non-ST elevation





Zolpidem

È una sostanza simil-benzodiazepinica, non una benzodiazepina

È indicato per il trattamento dell'insonnia solo quando è un disturbo grave e debilitante per il paziente, perciò viene usato nel trattamento a breve termine dell'insonnia (in genere da 2 a 6 settimane)

Dosaggio
2-5 mg prima di coricarsi

Emivita
2-5 ore

Effetti collaterali
cefalea, effetti anticolinergici, astenia, cattivo sapore
In seguito ad un uso prolungato di zolpidem, si può sviluppare tolleranza.

Controindicazioni
insufficienza respiratoria, miastenia grave, insufficienza epatica grave.

21 aprile 2018

Trattamento dello scompenso cardiaco con frazione di eiezione preservata (scompenso diastolico)

Diuresi per il sovraccarico di volume
Controllo pressorio
Prevenzione della tachicardia e dell'ischemia
Nessun beneficio da aceinibitori o inibitori dell'angiotensina II o da inibitori PDE5 (inibitori della fosfodiesterasi)
Spironolattone riduce le morti cardiovascolari e le ospedalizzazioni

SACUBITRIL/VALSARTAN sotto studio

Insufficienza cardiaca scompensata (memorandum trattamento)

Lasix (effetto venodilatatore)

Morfina (riduce la sintomatologia, effetto venodilatatore, riduce il precarico)

Nitrati (venodilatatori)

Ossigeno (riduce la sintomatologia aumenta la PaO2)


Posizione: seduta con le gambe penzoloni dal lato del letto (riduce il precarico)

PSA e prostata

PSA totale normale:  fino a 4 ng/ml


se il valore supera i 4 ng/ml: devi effettua PSA libero

se PSA libero aumentato: é probabile che si tratti di iperplasia
se PSA libero ridotto: sospetta un cr. ed effettua una biopsia


Utile anche rapporto PSA libero/PSA totale
se superiore a 0,25 il rischio é basso e non vi é bisogno di biopsia
se inferiore o uguale a 0,10 vi é indicazione alla biopsia

20 aprile 2018

Febbre dal ritorno di un viaggio

Africa sub-sahariana
malaria, dengue, ricketsiosi, enterite

Safari africano
richetsiosi, tripanosomiasi africana

Sudest asiatico
dengue, malaria, tifo, chikungunya

America centrale e sudamerica
malattia enterica, malaria, dengue, Zyka

Caraibi e Messico
dengue, chykungunya, malaria, Zyka

Bagno in acqua di fiume, ecc.
schistosomiasi, leptospirosi

Bere acqua non purificata
malattie enteriche (e.coli, s.typhi, campylobacter, epatite e, colera, ascesso epatico da amebiasi

Mancata immunizzazione
epatite a o b, tifo, influenza, febbre gialla

Morso di animale
rabbia

Paziente adulto di età inferiore a 30 anni
mononucleosi da ebv o cmv)

Anemia nelle malattie renali croniche: segni e sintomi

pallore, affaticamento, dispnea, scarsa tolleranza all’esercizio

segni di ipoparatiroidismo secondario: crampi muscolari, dolore osseo

segni di insufficienza renale: ittero, lividi sulla cute, edemi, rantoli polmonari, sfregamento pericardico, scarsa concentrazione o memoria, mioclono

segno di Chvostek positivo o segno di Trousseau nell'iperparatiroidismo associato



anemia normocitica o microcitica con trombocitosi

conteggio dei reticulociti: inferiore a 2%


creatinina sierica: elevata


analisi delle urine: ematuria e/o proteinuria


ferro sierico: bassa sideremia e ferritina, capacità ferro-legante totale elevata nella carenza di ferro
livello di eritropoietina nel siero: normale o diminuito


calcemia: diminuito nell'iperparatiroidismo secondario associato

ormone paratiroideo intatto del siero: aumentato nell'iperparatiroidismo secondario associato


ecografia renale: reni piccoli; presenza di ostruzione o idronefrosi, evt.le presenza di calcoli renali

biopsia del rene: identifica la patologia sottostante del rene

19 aprile 2018

Infezioni intra-addominali, germi in causa e trattamento

Germi in causa
solitamente infezioni polimicrobiche, causate principalmente da:
gram negativi compresi Pseudomonas, Enterococchi, anaerobi (soprattutto Bacteroides)


Antibiotici più usati in caso di infezioni intraaddominali
cefoxitina
cefotetan
piperacillina e tazobactam
ticarcillina e clavulanato
ampicillina e sulbactam
imipenem e cilastatina
meropenem
ertapenem
tigeciclina

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI