CERCA UN ARGOMENTO

3 maggio 2016

BORSITE NON SETTICA

Semplice modalità di trattamento:

-paracetamolo: 500-1000 mg per via orale ogni 4-6 ore, quando richiesto, massimo 4000 mg/giorno

-Diclofenac gel topico: applica sull'area colpita fino a quattro volte al giorno quando richiesto

RECTOGESIC

Pomata rettale


Ingrediente attivo
gliceriltrinitrato


Indicazioni
La pomata rettale Rectogesic 4 mg/g è indicata per alleviare il dolore associato a ragade anale cronica.

1 maggio 2016

FARMACI CHE CAUSANO IPERGLICEMIA

Rendendo insensibili i tessuti all'insulina
corticosteroidi
simpaticomimetici
niacina

Riducendo la secrezione di insulina
tiazidici
fenitoina
pentamidina
Inibitori della calcineurina

30 aprile 2016

DOLORE TORACICO E PATOLOGIA GASTROINTESTINALE

Una malattia gastrointestinale può causare dolore toracico, ma l'anamnesi e l'esame obietivo non sono   sufficienti  per diagnosticare o escludere una patologia gastrointestinale di tipo severo

Tuttavia, se sono stati esclusi una causa cardiovascolare o polmonare di dolore toracico, è opportuno provare un ciclo di trattamento con alte dosi di inibitori della pompa protonica (per es. omeprazolo 40 mg due volte al giorno, lansoprazolo 30 mg al giorno o esomeprazolo 40 mg due volte al giorno) per valutare ex iuvantibus la possibile presenza di una malattia da reflusso gastro-esofageo non diagnosticata come causa di dolore toracico (anche in caso di in pazienti senza sintomi tipici di tale patologia).

25 aprile 2016

SINDROME DA AFFATICAMENTO, ALCUNI CONSIGLI DI TRATTAMENTO

Il trattamento dello stato di affaticamento inizia riconoscendo le preoccupazioni del paziente e fornendo rassicurazioni e informazioni sul decorso naturale e sulle più frequenti cause di stanchezza.

Dovrebbe essere evidenziata e trattata qualsiasi causa di fondo scoperta nell'anamnesi, nell'esame obiettivo o di laboratorio

Se si sospettano depressione, ansia o stress ambientale, sono altrettanto importanti il trattamento e la valutazione precoce.

Nella fatica che rimane inspiegata, dovrebbe essere enfatizzato il trattamento dei sintomi e dovrebbero essere inclusi l'esercizio, le abitudini di sonno regolare, la discussione con la famiglia circa l'impatto dell'affaticamento ed ancora un diario dei sintomi come anche della quantitá e qualitá del sonno.

I suddetti provvedimenti associati ad una terapia cognitivo-comportamentale, hanno dimostrato di possedere un beneficio moderato nella sindrome cronica di affaticamento.

23 aprile 2016

Vit. B12, possibili effetti collaterali

-Puó occultare una carenza di acido folico nella dieta

-Possibile tendenza alla formazione di trombosi vascolari periferiche

-Potrebbe smascherare una policitemia vera

-Potrebbe ridurre il potassio plasmatico fino all'ipokaliemia fatale

CERCA UN ARGOMENTO