Cerca un argomento

25 febbraio 2015

ROSIGLITAZONE, RICORDA CHE....

.....nel  2010 l’Agenzia europea dei medicinali ha sospeso l’autorizzazione all’immissione in commercio dei prodotti farmaceutici contenenti rosiglitazone per i rischi cardiovascolari connessi all’uso del farmaco (EMA, 2010). 

19 febbraio 2015

SANGUINAMENTO VAGINALE ANORMALE, CAUSE

Cause comuni
Cancro cervicale
Disfunzione tiroidea
Aborto spontaneo
Malattia infiammatoria pelvica
Endometrite
Fibromi uterini
Polipo endometriale
Polipo cervicale
Ectropion
Menorragia
Sindrome dell'ovaio policistico
Sanguinamento uterino disfunzionale


Cause rare
Cancro dell'endometrio
Cancro ovarico
Cancro vaginale
Leucemia acuta
Linfoma
Sindrome di Cushing
Iperprolattinemia
Insufficienza renale
Insufficienza epatica
Malattia di von Willebrand (VWD)
Emofilia
Gravidanza ectopica
Malattia trofoblastica gestazionale (coriocarcinoma)
Abruptio placentare
Placenta previa
Cervicite
Vaginite
Endometriosi
Adenomiosi
Iperplasia endometriale
Abuso sessuale nei bambini
Somministrazione di anticoagulanti
Contraccettivo-correlato
Terapia ormonale sostitutiva
Modulatori del recettore estrogeno selettivo
Corticosteroidi
Androgeni
Fenitoina
Chemioterapia

18 febbraio 2015

IPERTENSIONE ARTERIOSA E DIABETE

L'obiettivo ottimale riguardante i valori della pressione arteriosa per i pazienti con diabete mellito non è chiaro

Tuttavia, i trials esistenti suggeriscono che il trattamento volto a ridurre la PA a valori inferiori a 140 mmHg di sistolica ed a 80 mmHg di diastolica sia generalmente più efficace del trattamento meno intensivo

Non vi è al momento alcuna prova supportata da studi clinici che gli obiettivi più aggressivi (ad esempio,raggiungimento di valori inferiori a 130 mmHg o inferiori a 120 mmHg di sistolica) siano favorevoli.

17 febbraio 2015

DEMENZA INDOTTA DA TOSSINE

Anamnesi
ingestione di alcool
esposizione a:
-metalli pesanti (ad es. arsenico, piombo, mercurio)
-ossido di carbonio
-cianuro

Quadro clinico
tremore, epatomegalia, ginecomastia (nell'abuso di alcool)
dolori addominali, disturbi del comportamento (avvelenamento da piombo)

Esami
elevati livelli di metalli pesanti nelle urine
gamma-glutamiltransferasi (GGT): elevate in caso di abuso di alcool

16 febbraio 2015

BOTULISMO, PREVENZIONE PRIMARIA

Il botulismo è una malattia causata dalla neurotossina prodotta dal Clostridium botulinum che causa paralisi

L'ingestione di tossina conduce infatti ad una sindrome clinica caratterizzata da paralisi dei nervi cranici e paralisi flaccida di tipo discendente

Un'attenta preparazione dei cibi aiuta a prevenire i casi di botulismo di origine alimentare.

La maggior parte dei casi si riscontra quando gli alimenti, soprattutto vegetali, frutta e prodotti derivati del pesce, vengono confezionati e conservati artigianalmente in casa.

La tossina botulinica è termolabile ed il riscaldamento del cibo contaminato alla temperatura di 85° C per almeno 5 minuti inattiva tale tossina.

I contenitori di alimenti che presentano un rigonfiamento possono contenere gas prodotti dal Clostridium botulinum e non devono essere aperti.

I neonati ed i bimbi fino all'età di 12 mesi non dovrebbero mai essere alimentati con il miele.

SINDROME DI GILBERT, TRATTAMENTO

Fortunatamente, nessun trattamento è necessario per la sindrome di Gilbert. 

Solo l'educazione del paziente è importante. Nel senso che non ci sono restrizioni dietetiche o di attività da attuare.

Il paziente deve solo essere informato che può presentare ittero quando si sottopone ad uno stress maggiore, quale la mancanza di pasti, lo sviluppo di un'infezione, la disidratazione, la riduzione di un sufficiente periodo di sonno o la presenza di stress psicologico. 

Al paziente bisognerebbe quindi solo ricordare che evitare l'agente scatenante è tutto ciò che è necessario per trattare l'iperbilirubinemia.

La terapia farmacologica non è necessaria.