RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

Visualizzazione post con etichetta U. Mostra tutti i post

9 ottobre 2015

ULCERA PEPTICA, COME PREVENIRLA

L'aspirina e gli altri anti-infiammatori (FANS) dovrebbero essere assunti con cautela, soprattutto:

 1) nei pazienti con  più di 60 anni di età ed 

 2) in coloro che assumono corticosteroidi. 


L'uso concomitante di un inibitore di pompa protonica (PPI) può essere utile in tali pazienti in trattamento con aspirina a lungo termine a causa per es. di coronaropatia, o se i fans non possono essere interrotti

Recenti linee guida suggeriscono anche di considerare i test ed il trattamento dell'Helicobacter pylori prima di iniziare la terapia a lungo termine con i fans.

Il misoprostol, un analogo della prostaglandina E1, è usato per prevenire le ulcere indotte da antinfiammatori non steroidei (NSAID)
La compliance con il misoprostol è un problema, specialmente a dosi elevate, a causa dei suoi effetti collaterali gastrointestinali (crampi addominali e diarrea), e la sua efficacia non è superiore a quella degli Inibitori di pompa protonica.

L'uso profilattico di un inibitore di pompa protonica (PPI) è anche adatto per i pazienti in terapia intensiva, soprattutto quelli che richiedono la ventilazione meccanica o quelli che sono affetti da una coagulopatia.

3 aprile 2014

UROPATIA OSTRUTTIVA, CAUSE

CAUSE INTRINSECHE

Intraluminali
Deposizione di cristalli intratubulari (es. acido urico)
Calcoli
Tessuto papillare
Coaguli di sangue

Intramurali
A)Cause funzionali
Uretere (disfunzione ureteropelvic o ureterovesical)
Vescica (neurogena): midollo spinale difetto o trauma, diabete, sclerosi multipla, morbo di Parkinson, accidenti cerebrovascolari
Disfunzione del collo della vescica

B)Cause anatomiche
Tumori
Infezioni, granulomi
Stenosi


CAUSE ESTRINSECHE
Originanti dal sistema riproduttivo
Prostata: ipertrofia benigna o cancro
Utero: gravidanza, tumori, prolasso, endometriosi
Ovaia: ascesso, tumore, cisti

Originanti da aneurismi vascolari (aorta, vasi iliaci)
Arterie aberranti (giunzione ureteropelvica)
Venoso (vene ovariche, uretere retrocavale).

Originanti dal tratto gastrointestinale
Malattia di Crohn
Pancreatite
Appendicite
Tumori

Originanti dello spazio retroperitoneale
Infiammazioni
Fibrosi
Tumori, ematomi

12 marzo 2014

UVEITE

L'uvea è la tonaca vascolare dell’occhio, divisa in tre parti: iride (anteriore), corpo ciliare (intermedio), coroide (posteriore)

L'uveite è l'infiammazione del tratto uveale, la sottile membrana vascolare composta quindi come sopra detto da tre foglietti oculari (coroide, corpo ciliare e cristallino) che separano la cornea e la sclera dalla retina.


L'uveite anteriore comporta un'infiammazione dell'iride e del corpo ciliare.

L'uveite intermedia coinvolge il corpo ciliare posteriore e la pars plana. 

L'uveite posteriore coinvolge il vitreo posteriore, la retina, la coroide, la vascolarizzazione della retina ed il nervo ottico.

La panuveite comporta un'infiammazione dei segmenti anteriori, intermedi e posteriori dell'occhio.
Tutti i tipi di uveite sono potenzialmente condizioni che possono causare cecità e dovrebbero essere di competenza e gestione di uno specialista oculista.


Cause
Le uveiti esogene possono essere causate da:
interventi chirurgici
ulcere corneali
ferite perforanti o
infezioni virali, batteriche, fungine.

Le uveiti endogene potrebbero essere causata da:
infezioni da toxoplasma
malattia di Behçet
patologie reumatiche
sindrome di Fuchs

Cause per sede
L'uveite anteriore acuta solitamente può essere:
idiopatica o
associata a malattie HLA-B27- correlate o
causata da malattie batteriche o virali dell' occhio.

L' uveite posteriore è associata a:
infezioni localizzate o
infezione sistemica o
malattia infiammatoria sistemica.

Raramente comunque un'uveite può essere causata da una precedente lesione dell' occhio o da una neoplasia sottostante


Diagnosi
La diagnosi è clinica ed è affidata allo specialista
i sintomi possono essere rappresentati da:
intolleranza alla luce
lacrimazione abbondante
arrossamento oculare
essi richiedono un accertamento diagnostico proprio perché potrebbero rappresentare un segnale di uveite.
La diagnosi della malattia di base può richiedere un'indagine diagnostica approfondita per cui un work-up mirato dovrebbe essere sempre intrapreso per escludere una sottostante causa infettiva o una malattia autoimmune coesistente

Anche dopo indagini di laboratorio complete e dopo un work-up diagnostico, l'eziologia può non essere individuata: circa il 50% delle uveiti endogene infatti non riconosce alcuna causa precisa.


Trattamento
Il trattamento della la malattia sistemica che causa l'uveite deve essere sempre associato alla terapia specifica dell'uveite.

I midriatici quali l'Atropina, il Cyclopentolato e l'Omatropina sono indicati sia per trattare le infiammazioni oculari in generale (uveiti comprese), sia per prevenire la formazione delle sinechie posteriori.

I corticosteroidi topici sono solitamente sufficienti in caso di uveite anteriore non infettiva acuta, ma l'uveite intermedia e posteriore richiedono solitamente corticosteroidi per iniezione locale o steroidi per via sistemica o altro tipo di immunosoppressori, quali ad esempio metotrexato, adalimumab ed infliximab

Gli antibiotici (es. Sulfasalazina) sono i farmaci di prima scelta per il trattamento delle uveiti batteriche.

Gli antimalarici (es. Pirimetamina) sono utili per la cura dell'uveite protozoaria, sostenuta per esempio da Toxoplasma gondii.


Possibili complicanze
glaucoma
cataratta
distacco della retina
cecità


Prognosi
l'uveite anteriore (es. uveite batterica) se viene trattata prontamente presenta una prognosi eccellente
Le uveiti di tipo intermedio e posteriore sono più dificili da debellare
L'uveite cronica esige regolari controlli affinchè si eviti checoinvolga altre strutture oculari

22 marzo 2013

ULCERE DIABETICHE DEL PIEDE: QUALI I POSSIBILI MICRORGANISMI RESPONSABILI

Stafilococchi

MRSA

Streptococchi

Enterococchi

Enterobatteriacee

Protei

Kebsielle

Pseudomonas aeruginosa

Bacteroides

Stafilococcus aureus

Streptococcus agalactiae

Streptococcus pyogenes

Coliformi

Anaerobi

21 febbraio 2013

ULCERA PEPTICA, FATTORI CAUSALI ASSOCIATI AD

Fumo

Ipercalcemia

Aspirina

Sindrome di Zollinger-Ellison

Iperacidità

MEN(Neoplasia Endocrina Multipla)di tipo I


I suddetti fattori possono collaborare con l'H. pylori nel promuovere ulcere o possono agire da soli.

11 agosto 2012

URETRITE GONOCOCCICA E NON GONOCOCCICA, DIAGNOSI DIFFERENZIALE

Uretrite gonococcica
Causata da: N. gonorrea
Tempo di incubazione: 2-7 gg
Inizio: Improvviso
Secrezione uretrale: Abbondante e giallastra
Disuria: Moderata
Trattamento: Ceftriaxone 250 mg in dose singola per via im oppure Ciprofloxacina 500 mg in dose singola per via orale


Uretrite non gonococcica
Causata da: C. trachomatis
Tempo di incubazione: 7-21 gg.
Inizio: Graduale
Secrezione uretrale: Acquosa e chiara
Disuria: Lieve
Trattamento: 1 g di Azitromicina in singola dose orale o Cefixime 400 mg in dose singola orale o Doxiciclina 100 mg due volte al di per os per 7 giorni

10 agosto 2012

UVA, PROPRIETA' BENEFICHE

Il resveratrolo un composto fitochimico dell'uva, un polifenolo antiossidante, è una sostanza che esercita attivita' protettiva  nei confronti dei tumori del colon e della prostata, della malattia coronarica (CHD), delle malattia degenerative dei nervi, del morbo di Alzheimer e delle infezioni virali e micotiche.
Il resveratrolo riduce inoltre il rischio di ictus, modificando i meccanismi molecolari a livello dei vasi sanguigni. Ciò avviene in primo luogo riducendo la suscettibilità del danno nei confronti dei vasi sanguigni attraverso una riduzione dell' attivita' dell'angiotensina (un ormone sistemico che, come sappiamo, causa una vasocostrizione e quindi un aumento della pressione sanguigna) ed in secondo luogo attraverso un aumento della produzione della ormai famosa sostanza vasodilatatrice chiamata ossido nitrico (un composto benefico che causa il rilassamento dei vasi sanguigni).

Le antocianine, un'altra classe di polifenoli anti-ossidanti, che si trovano in abbondanza nelle uve rosse hanno dimostrato di possedere proprieta' anti-allergiche, anti-infiammatorie, anti-microbiche e anti-cancro.

Le catechine, un tipo di flavonoidi antiossidanti che si riscontrano nelle varietà bianche e verdi di uve hanno anche dimostrato di possedere benefici effetti sulla salu

20 marzo 2012

URETRITE, TRATTAMENTO EMPIRICO

Puo' essere causata solitamente da Clamidia tracomatis ma anche da gonococco

Le manifestazioni cliniche possono essere simili:
essudazione muco-purulenta
disuria
prurito uretrale

Percio' e' utile trattare entrambi gli agenti patogeni con:

una combinazione di
ceftriaxone 125 mg per via intramuscolare o cefixime 1 cp per os
+
azitromicina 1 g. per os

3 marzo 2012

URETRITE NELL'UOMO, COME TRATTARLA

Tratta la gonorrea (a meno che non la puoi escludere) con
Ceftriaxone 125 mg. Intramuscolo una tantum
oppure
Cefixime 400 mg per os una tantum

Tratta la Clamidia con
Azitromicina 1 gr. Per os una tantum

In caso di sintomi ricorrenti
ritratta paziente e partner

Escludi tricomonas vaginalis
In caso di positivita' tratta con
Metronidazolo 2 gr. per os una tantum + Azitromicina 1 gr. per os una tantum

12 febbraio 2012

URGE INCONTINENCE O INCONTINENZA DA URGENZA

E' cosi' chiamata perche' la necessita' di urinare e' cosi' impellente che soverchia tutti i tentativi dello sfintere vescicale di trattenere l'urina

Tale disturbo e' frequente in entrambi i sessi 

Cosa succede in realta'?
Il muscolo detrusore della vescica e' contratto in modo anomalo, determinando uno sfiancamento del collo vescicale con l'effetto di ridurre la resistenza alla fuoriuscita dell'urina da parte di quest'ultimoy

Percio' tale  situazione viene anche denominata "vescica instabile" 


Le cause possono essere le seguenti:

Cistite acuta

Cistite cronica

Post-radioterapia

Cistite tubercolare

Cistite interstiziale

Presenza di corpo estraneo (calcolo) in vescica

Calcolo impattato nella giunzione uretero-vescicale

Ostruzione all'efflusso secondaria ad ipertrofia prostatica e quindi a stenosi del collo vescicale

In alcuni casi non si puo' riscontrare alcuna causa specifica

21 novembre 2011

ULCERE GENITALI, CAUSE

Herpes simplex

Sifilide

Cancroide

Granuloma inguinale

Malattia di Bechet

URETRALE, SANGUINAMENTO, CAUSE COMUNI

Infezioni delle vie urinarie

Calcolosi reno-ureterale

Malattie glomerulari

Ipertrofia prostatica benigna

Cancro

Rene policistico

Coagulopatie

16 novembre 2011

ULCERA PEPTICA, I CAPISALDI DEL TRATTAMENTO

Inibitori dei recettori H2 dello stomaco

Esempio: cimetidina, ranitidina

Azione: bloccano l'azione dell'istamina che e' una sostanza che favorisce la secrezione acida



Inibitori della pompa protonica

Esempio: omeprazolo, lansoprazolo

Azione: bloccano la pompa protonica, un enzima che si trova nelle cellule parietali della parete gastrica e che serve a favorire la produzione di acido.

13 novembre 2011

URSODESOSSICOLICO, ACIDO

E' un epimero dell'acido chenodesossicolico.
È un acido biliare trovato per la prima volta nell'orso
La sua somministrazione cambia la composizione della bile e può dissolvere certi calcoli.
È usato anche come un colagogo e coleretico.

24 ottobre 2011

UDITO, PERDITA DELL'

Un termine generale per indicare la perdita totale o parziale della capacità di sentire da una o entrambe le orecchie.


La sordità può derivare da:
 malattie dell'orecchio
 malattie del nervo vestibolo-cocleare
 patologie del cervello.

20 ottobre 2011

UVEITE

Infiammazione di parte o tutta l'uvea che e'  la tunica media (vascolare) dell'occhio, infiammazione che puo' coinvolgere anche le altre tuniche  (sclera, cornea e retina).

2 luglio 2011

ULCERE NEUROPATICHE (vedi anche DIABETE MELLITO)

Le ulcere neuropatiche (note anche come "Mal perforante") sono lesioni cutanee comuni nei pazienti diabetici.
Di solito sono legate a perdita di sensibilità a livello degli arti inferiori

In esse coesiste una combinazione di ischemia e neuropatia.

Sono spesso presenti sulla superficie plantare del piede, frequentemente sotto le teste metatarsali.

L'ulcera è di solito ben definita da un callo prominente di forma circolare. Il fondo dell'ulcera presenta tessuto di granulazione con scarsa o nulla essudazione
Come detto i pazienti raramente lamentano dolore a causa di una perdita della sensibilita'
I polsi del piede sono diminuiti o assenti.
L'arto può apparire lucido e freddo al tatto.
La cute perilesionale spesso appare secca o screpolata

11 giugno 2011

ULCERA PEPTICA, SOSTANZE CON EFFETTO NOCIVO

FANS

CORTISONICI

NICOTINA

CAFFEINA

URSODESOSSICOLICO, ACIDO

Indicazioni

calcoli colecistici, radiotrasparenti, poco numerosi, di piccolo diametro in colecisti che si opacizza all'esame colecistografico

6 aprile 2011

ULCERA PEPTICA

Le principali cause sono:

Helicobacter pylori

Antinfiammatori non steroidei, i cosi' detti FANS

Aspirina

Fumo di sigaretta

Alcool