RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

13 dicembre 2014

DEPRESSIONE NEL PAZIENTE NEOPLASTICO

Antidepressivi e psicostimolanti sono farmaci di prima linea per il trattamento della depressione nella malattia avanzata.
Non vi è prova sulla superiorità di specifici interventi terapeutici nel trattamento di disturbi depressivi nei pazienti con cancro in fase avanzata.

Gli psicostimolanti quali ad es. il metilfenidato (Ritalin) riducono i sintomi della depressione nel breve termine e sono consigliati per i pazienti con aspettativa di vita di alcune settimane o meno.

Gli inibitori selettivi di reuptake della serotonina (SSRI) e gli antidepressivi triciclici hanno dimostrati di migliorare i sintomi depressivi in pazienti con una malattia con prognosi quoad vitam limitante

Per i pazienti con più lunga aspettativa di vita, sono raccomandati SSRI ( quali fluoxetina, sertralina, citalopram, mescitalopram, fluvoxamina, paroxetina oppure SNRI (quali venlafaxina e duloxetina)
Gli antidepressivi triciclici sono considerati di seconda linea a causa dell'aumentato profilo di effetti avversi.

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI