RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

8 novembre 2017

A Verona realizzati per la prima volta in Italia 5 innovativi interventi di chirurgia robotica

VERONA - E’ nella Città di Verona che si è dato vita ad una nuova frontiera nel mondo dell’ortopedia, realizzando, nella locale Clinica San Francesco, una  struttura sanitaria privata polispecialistica autorizzata dalla Regione Veneto e accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale. Per la prima volta in Italia sono stati effettuai cinque interventi di sostituzione protesica totale di ginocchio mediante procedura robotica, tutti andati a buon fine. La Clinica offre questo intervento tra le diverse prestazioni di chirurgia ortopedica che vengono già erogate dalla struttura.

La Clinica San Francesco ha al suo interno 72 posti letto, quasi interamente accreditati con il Servizio Sanitario Nazionale, ed è un polo d’eccellenza per tutte quelle patologie che riguardano il settore dell’ortopedia, è tra i migliori anche in altri ambiti medici, quali Chirurgia (Generale e Plastica), Urologia, Oculistica.

La chirurgia ortopedica realizzata mediante l’ausilio della tecnologia robotica, è stata introdotta per la prima volta in Europa, presso la Clinica San Francesco, sei anni fa, nel 2011, dal Dottor Piergiuseppe Perazzini, il quale ha portato avanti studi e ricerca sul tema,  realizzando interventi di protesi parziale di ginocchio e di anca. Conseguentemente, con l’acquisizione di queste innovative tecniche, c’è stata la possibilità della nascita e dello sviluppo, all’interno della Clinica San Francesco, del CORE, il Centro di Ortopedia Robotica Europeo, che garantisce una formazione di altissimo livello per tutti i chirurghi ortopedici che vogliono avvicinarsi a questo affascinante mondo.

Con questo nuovo metodo, si ha la possibilità di impiantare una protesi totale in maniera più precisa, rispetto all’utilizzo delle tecniche tradizionali, con un bilanciamento legamentoso perfetto. Soluzioni fondamentali per un recupero molto più veloce, delle funzioni dell’articolazione, e che permettono all’impianto di durare per un tempo maggiore.

Questa tecnica permette così di intervenire con in maniera sempre più precisa e meno invasiva, riducendo di molto anche il dolore, garantendo una convalescenza più tranquilla e ridotta a livello di tempistica.

Fonte: http://www.clinicasanfrancesco.it/chirurgia-robotica-verona-apripista-in-italia/

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI