RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

16 settembre 2017

Angiodisplasie, alcune semplici considerazioni

Perché é importante conoscerle
sono importanti perché possono essere la fonte di sanguinamento nei casi di sanguinamento gastrointestinale oscuro

Che cosa sono
Le angiodisplasie sono piccole lesioni vascolari lungo il tratto gastrointestinale, sono cioé formazioni displasiche dei vasi sanguigni del tratto gastrointestinale
Sono conosciute anche come angioectasie, malformazioni arterovenose o teleangectasie
Esse sono le piú comuni anomalie vascolari del tratto gastrointestinale
Le lesioni solitamente hanno un piccolo diametro (inferiore ad 1 cm).
Possono essere singole o multiple

Dove sono localizzate
Più comunemente si riscontrano nel colon destro (nell'intestino ceco e nel colon ascendente prossimale) ma possono trovarsi in qualsiasi parte del tratto gastrointestinale

Le angiodisplasie riscontrate accidentalmente in corso di esami endoscopici hanno un basso rischio di sanguinamento e non devono essere trattate

Il sanguinamento
Il sanguinamento è spesso ricorrente e cronico con conseguente anemia sideropenica, ma può anche essere acuto. Ecco perché bisogna ricordarle tra le cause di sanguinamento gastrointestinale
Il sanguinamento da angiodisplasia si interrompe spontaneamente nel 90% dei casi.
Si verifica piú comune in pazienti al di sopra di 60 anni di età


Trattamento
Quando indicato, il trattamento di prima linea è la terapia endoscopica.
Gli agenti farmacologici possono essere considerati nei casi refrattari.

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI