RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

8 gennaio 2017

Sindrome depressiva, diagnosi differenziale

Paziente psichiatrico: fase depressiva di un disturbo bipolare.
A differenza della depressione, nella quale il paziente si trova quasi sempre in uno stato di melanconia, il disturbo bipolare è caratterizzato da sbalzi d’umore eclatanti che vanno dall’umore più nero o depresso all’umore eccessivamente alterato, quasi esaltato, con facilità all’irritabilità.

Domanda sempre se presente un precedente episodio maniacale, un'anamnesi familiare o personale di disturbo bipolare,un precedente stato di agitazione o eccitazione con farmaci antidepressivi.

Malattie neurologiche o degenerative del SNC, demenza

Comorbidità medica: malattia surrenale, disturbi della tiroide, diabete, anomalie metaboliche (ipercalcemia), insufficienza epatica o renale, malignità, sindrome da stanchezza cronica, fibromialgia, lupus

Disturbo nutrizionale: anemia perniciosa, pellagra

Farmaci/sostanze: abuso, effetti collaterali, overdose, intossicazione, dipendenza, deprivazione

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI