RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

23 gennaio 2017

Fegato grasso acuto della gravidanza

Il fegato grasso acuto della gravidanza è una complicanza grave rara, caratterizzata da steatosi microvescicolare del fegato che si presenta nel terzo trimestre della gravidanza o nel primo periodo del post-parto, e che comporta il rischio di mortalità prenatale e materna, ed è caratterizzata da ittero, aumento delle lesioni epatiche con evoluzione in insufficienza epatica acuta ed encefalopatia.

I sintomi comprendono nausea e vomito, dolori addominali, ittero cutaneo e sclerale, sete frequente (polidipsia), aumento della minzione (poliuria), cefalea e  stato mentale alterato


Diagnosi
Gli esami di laboratorio evidenziano un basso livello di zucchero nel sangue (ipoglicemia), aumento degli enzimi epatici, e bassi livelli di piastrine nel sangue (piastrinopenia).


Trattamento
Continuo controllo materno e fetale e induzione del parto non appena possibile
 Garantisci un'adeguata idratazione mediante infusione di liquidi e glucosio per via endovenosa
Monotorizza la quantitá dell'urina mediante catetere di Foley
Plasma fresco congelato e crioprecipitato per correggere la coagulazione intravascolare disseminata.
Considera gli antibiotici ad ampio spettro per i batteri gram-negativi e per prevenire la sepsi

Esiste una polemica per quanto riguarda l'induzione del travaglio nei confronti del parto cesareo
Dovrai prendere in considerazione le condizioni materne, quelle del feto, il rischio di sanguinamento.

Anche se le anomalie di laboratorio possono persistere dopo il parto, in rari casi le pazienti possono presentare evoluzione in insufficienza epatica con necessità di trapianto di fegato.

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI