RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

20 febbraio 2016

COLINA

La colina, dal greco χολή (kolè) ovvero bile, é un nutriente essenziale. 

Viene denominata vitamina J  e si puó considerare una vitamina del complesso B
Essa è una delle poche sostanze capace di penetrare la barriera cerebrale (perció si ritiene che stimoli la memoria)
È un costituente dei fosfolipidi che compongono la membrana cellulare e dell'acetilcolina, che é un neurotrasmettitore

Le principali fonti alimentari di colina sono: 
il tuorlo d'uovo ed i semi di soia; si trova anche nello zenzero e nel riso integrale. 

  La colina ed i suoi derivati sono coinvolti in tre importanti vie metaboliche
  • integrità strutturale della membrana cellulare
  • trasmissione dei segnali nervosi dopo trasformazione in acetilcolina (trasmissione colinergica)
  • sorgente di gruppi metile tramite il suo derivato, la betaina, intermedio nella biosintesi della S-adenosilmetionina.

La colina perció potrebbe essere utile:
nelle patologie epatiche
nei disturbi cognitivi e percettivi
nelle discinesie
 nell'aterosclerosi
nelle patologie cardiovascolari

La dose adeguata da assumere di questo micronutriente è stata calcolata in 550 milligrammi pro die.




Modifica



Modifica











Modifica

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI