RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

4 gennaio 2016

FLAVONOIDI

I flavonoidi sono composti fenolici ampiamente distribuiti nelle piante, ove sono rappresentati sia allo stato libero che come glicosidi naturali.

Il loro nome deriva da flavus (che in latino significa biondo) e si riferisce al ruolo che giocano come pigmenti vegetali.

I flavonoidi possono essere divisi in sei sottotipi importanti, che includono i calconi, i flavoni, i isoflavonoidi, i flavanoni, le antoxantine e gli antociani.

Molte di queste molecole, specialmente le antoxantine provocano il colore giallo di alcuni petali

Un gruppo specifico di flavonoidi, le antocianine, è responsabile invece dei colori rosso, blu e violetto di fiori e frutta.

I flavonoidi agiscono come antiossidanti e sono stati acclamati per molti usi medicinali. Preparati contenenti flavonoidi naturali o semisintetici sono concepiti per migliorare la funzione capillare riducendo la dispersione anormale di liquidi

Sono somministrati  per es. per alleviare il danno capillare e l'insufficienza venosa degli arti inferiori oltre che per alleviare i disturbi causati dalle emorroidi.

È stato anche suggerito che i flavonoidi presenti in alcuni alimenti, come frutta, verdura, tè, e vino rosso possano proteggere dallo sviluppo dell'aterosclerosi


Cibi ricchi di flavonoidi

Agrumi

Vite rossa

Frutti di bosco

Mirtillo

Pomodori

Cacao

Té verde

Finocchio

Cardo mariano

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI