RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

6 gennaio 2015

LISTERIOSI

È un'infezione batterica da germe gram-positivo (Listeria monocytogenes) che colpisce in prevalenza i neonati, le donne in gravidanza, gli adulti oltre i 45-50 anni di età ed i soggetti immunocompromessi.


Vie di contaminazione
Principalmente trattasi di una malattia causata da alimenti contaminati ed in particolare prodotti del latte non pastorizzati come per es. ricotta, ed ancora hot dogs, carni crude


Quadri clinici
Le manifestazioni cliniche più comuni sono:
gastroenterite, batteriemia, sepsi, meningite, encefalite, e raramente ascesso cerebrale ed endocardite.
La gastroenterite da sola è di solito autolimitantesi.


Diagnosi
Le chiavi per la diagnosi di laboratorio sono
le colture da siti mediante prelievi sterili e le prove sierologiche


Trattamento
L'ampicillina (8-12 gr. ev. al giorno suddivisi in 4 o 6 dosi) è il farmaco preferito per il trattamento iniziale delle manifestazioni sistemiche (non gastroenteritiche)
La gentamicina (5 mg. pro kg. al di in unica dose o in dosi suddivise possiede un effetto sinergico con l'ampicillina ed aumenta l'eradicazione del microrganismo.
Il trattamento deve essere praticato per almeno 2-3 settimane


Prevenzione
La prevenzione consiste nell'osservare l'igiene delle mani, nel cucinare il cibo bene, nell'evitare i cibi non lavati e gli avanzi alimentari

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI