RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

30 maggio 2014

ANTIBIOTICI ANTIGONOCOCCO

Se esami diagnostici successivi (PCR o colture) confermano una gonorrea (solitamente entro 1-2 giorni), dovranno essere aggiunti antibiotici antigonococcici ad un trattamento anticlamidia che solitamente è già stato avviato.

Attualmente,  come trattamento di primo impiego, non vengono più raccomandate le cefalosporine orali nelle infezioni gonococciche 
In particolare, l'uso sistematico di cefixime non è raccomandato poichè la sua efficacia può essere in declino.
 
Il ceftriaxone dovrebbe essere usato come un agente di prima linea.

Ma se il ceftriaxone non è prontamente disponibile, è possibile usare il cefixime per os.
In alternativa al cefixime altri possibili agenti potrebbero essere:
cefoxitina, cefuroxime, cefpodoxime, cefotaxime o ceftizoxime.

In pazienti con grave allergia alla cefalosporina, è consigliata una singola alta dose di azitromicina

I chinoloni non sono una terapia consigliata per la gonorrea, per cui questa opzione viene considerata solo nell'istanza di una storia di anafilassi alla penicillina.

Tutti i partner sessuali (negli ultimi 60 giorni) dei pazienti di cui si è diagnosticata l'infezione dovranno essere riferiti per una valutazione ed un possibile trattamento.

La gestione di partner sessuali del paziente è importante per prevenire la reinfezione e l'ulteriore trasmissione.

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI