RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

15 dicembre 2011

ASPIRINA NELL'INFARTO ACUTO DEL MIOCARDIO

Somministra 300 mg di aspirina nel sospetto clinico (dolore toracico centrale di origine cardiaca) o ECG di infarto del miocardico o ischemia.


Effetto: l'aspirina presenta un'azione anti-piastrinica che riduce la formazione di coaguli

L'aspirina deve essere somministrato a tutti i pazienti con dolore toracico, a meno che la diagnosi propenda molto chiaramente per dolore non cardiaco o il farmaco sia controindicato.


Precauzioni
asma bronchiale

ulcera gastrica o duodenale.


Cautela
in caso di attuale trattamento con anticoagulanti

Considera ticlopidina o clopidogrel in caso di allergia all'aspirina o in caso il paz. Non sia sensibile ad essa

Controindicazioni
allergia o sensibilità all'aspirina

emofilia o altri disturbi della coagulazione.


Effetti collaterali
sanguinamento gastrico
ev.le broncospasmo in pazienti asmatici

Nel sospetto di infarto acuto del miocardio una compressa di aspirina dovrebbe essere somministrata indipendentemente da qualsiasi precedente somministrazione gia' assunta nella stessa giornata

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI