Dapaglifloxin

Dapagliflozin, un inibitore del co-trasportatore del sodio-glucosio 2 (SGLT2), è stato approvato in Europa e negli Stati Uniti per il trattamento della malattia renale cronica negli adulti a rischio di progressione (per ridurre il rischio di riduzione del tasso di filtrazione glomerulare [eGFR], malattia renale dello stadio finale, morte cardiovascolare e ospedalizzazione per insufficienza cardiaca). Il dapagliflozin può essere usato in combinazione con un ACE inibitore o un antagonista del recettore dell'angiotensina-II. 

Il suo uso riduce significativamente il rischio relativo di peggioramento della funzionalità renale in pazienti con stadio CKD da 2 a 4. La sperimentazione DAPA-CKD su dapagliflozin includeva adulti con malattia renale cronica (GFR di categoria G2-G4, eGFR 25-75 mL/minuto/1,73 m²), con o senza diabete di tipo 2, e confermava che gli effetti renoprotettivi di dapaglifozin erano indipendenti dallo stato del diabete. 

Nei pazienti con diabete, che non sono già in trattamento con un inibitore SGLT2 con note benefici cardiovascolari e renali per il controllo glicemico, dapagliflozin deve essere considerato come un agente preservante della funzione renale. L’ uso di inibitori SGLT2 è controindicato in pazienti con un eGFR

Please Select Embedded Mode For Blogger Comments

Nuova Vecchia