RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

5 settembre 2018

Dabigatran, alcune considerazioni

Dabigatran è un inibitore diretto della trombina somministrabile per via orale, approvato dall'FDA:

1)per il trattamento della trombosi venosa profonda e della embolia polmonare, dopo un anticoagulante parenterale, e

2)per la profilassi tromboembolica in pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (in tal caso non è inferiore al warfarin).

Recentemente è disponibile un antidoto, l'idarucizumab

Può essere dializzabile

Richiede, come detto, un trattamento iniziale con LMWH.

 Una dose di 150 mg per due volte al di non ha dimostrato efficacia inferiore e nessuna differenza di sanguinamento maggiore rispetto al warfarin; inoltre si sono verificati meno episodi di sanguinamento

Effetti collaterali: gravi problemi renali. L'uso di dronedarone o ketoconazolo ne aumenta il rischio.

Perciò è importante valutare la funzionalità renale nei pazienti prima e durante il trattamento con dabigatran

Dabigatran è controindicato in pazienti con grave insufficienza renale.

La funzionalità renale deve essere valutata almeno una volta l’anno nei pazienti di età superiore a 75 anni o in pazienti con insufficienza renale nota.

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI