RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

5 settembre 2018

Sacubitril + valsartan

In caso di scompenso cardiaco con ridotta frazione di eiezione da classe ii a classe IV (New York Heart Association) e frazione di eiezione, pari al 35% o inferiore, una combinazione di sacubitril, un inibitore della neprilisina e di valsartan, un antagonista del recettore dell angiotensina ii, è superiore al solo enalapril per ridurre la mortalità e l'ospitalizzazione in caso di insufficienza cardiaca.

Tale combinazione di farmaci è stata approvata negli stati uniti e in europa per il trattamento dell'insufficienza cardiaca.

Le linee guida dell’American Heart Association/American College of Cardiology/Heart Failure Society of America raccomandano che, in pazienti con classe NYHA II o III che tollerano un ACE inibitore o un antagonista del recettore dell'angiotensina ii, questi farmaci debbano essere sostituiti da un sartano e da un inibitore della nepriloina, per ridurre ulteriormente la morbilità e la mortalità.

Il concomitante uso di un antagonista del recettore dell angiotensina II e di nepriloina con un inibitore ACE, o l’uso entro 36 ore dall'ultima dose di un ACE inibitore, non è raccomandato.

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI