RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

16 dicembre 2007

FIBRILLAZIONE VENTRICOLARE

E’ l’aritmia che si evidenzia più frequentemente in un arresto cardiaco e che è piu facilmente trattabile se si ha a disposizione un defibrillatore!
Tale aritmia produce solo movimenti incoordinati dei ventricoli incapaci a loro volta di produrre un polso


Cause
Ipokaliemia
Ischemia acuta


Diagnosi
Paziente in arresto: l’ECG mostra solo dei complessi ventricolari caotici, bizzarri, irregolari


Prevenzione
con betabloccanti in caso di
extrasistoli ventricolari
WPW
tachicardia ventricolare


Trattamento
Il concetto importante é che la fibrillazione ventricolare può essere interrotta dalla corrente alternata

Defibrillazione immediata con scarica di 200 J!

Se non é prontamente disponibile un defibrillatore puoi tentare
-con il chest-tump o pugno precordiale (questa semplice manovra ha infatti le stesse funzioni di un pace-maker o nel caso di una fibrillazione ventricolare, di un defibrillatore)
-con il massaggio cardiaco esterno

Se successo della defibrillazione: profilassi delle recidive con lidocaina

Se insuccesso
adrenalina 0,5 mg ev ogni 5 min.
defibrillazione con 360 J

Se insuccesso
lidocaina 1 mg/Kg ev
defibrillazione con 360 J