RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

22 dicembre 2019

Contusione cardiaca

Le aritmie possono essere trattate con gli stessi agenti farmacologici utilizzati per aritmie non traumatiche:

1)Tachicardia sopraventricolare:
Adenosina o bloccante del canale di calcio se il paziente non é ipovolemico

2)Bradicardia:
Atropina
Elettrostimolazione

3)Aritmie ventricolari:
Conversione elettrica
Amiodarone
Lidocaina
Procainamide

4)Arresto cardiaco:
Adrenalina
Atropina
Altri interventi, a seconda dei casi

5)Fibrillazione atriale rapida o flutter:
Diltiazem o digossina se paziente non é ipoteso

Nota. Il trattamento profilattico delle aritmie non è indicato

6)Shock cardiogenico causato dalla contusione miocardica:
Somministrazione di liquidi in modo giudizioso
Supporto inotropico (dopamina o dobutamina)
Potrebbe essere necessaria una contropulsazione con pallone intra-aortico


Farmaci a disposizione, modalitá di somministrazione
I farmaci utilizzati nella contusione cardiaca sono di supporto per le aritmie o in caso compromissione emodinamica secondaria a lesioni
Non esiste una terapia di prima battuta per la contusione cardiaca

Adenosina: 6 mg di push rapido (dose pediatrica: 0,05-0,1 mg/kg push ev. rapido), si può ripetere con 12 mg ogni 1-2min per due volte se non vi é alcuna risposta

Amiodarone: carico 150 mg ev. in 10 min (dose pediatrica: 5 mg/kg), quindi 1 mg/min per 6 ore, quindi 0,5 mg/min (dose pediatrica: 5 mcg/kg/min)

Atropina: 0,5-1 mg (dose pediatrica: 0,02 mg/kg/dose, min 0,1 mg) ev. o nel tubo endotracheale

Digossina: carico 0.5 mg ev., quindi 0.25 mg ev. ogni 6h per 2 dosi in più.

Diltiazem: 0,25 mg/kg ev. per adulti e soggetti pediatrici in oltre 2 min, può essere ripetuto il bolo alla dose di 0,35 mg/kg (adulti e sogg. pediatrici) 15 min più tardi

Dobutamina: 2-15 mcg/kg/min (adulti e sogg. pediatrici)

Dopamina: 2-20 mcg/kg/min (adulti e sogg. pediatrici)

Adrenalina: 1 mg (dose pediatrica: 0,01 mg/kg) ev o nel tubo endotracheale per l'arresto cardiaco (soluzione 1:10.000)

Lidocaina: Carico 1 mg/kg IV, quindi 0,5 mg/kg q8-10min al massimo 3 mg/kg (adulti e soggetti pediatrici); infusione 1-4 mg/min (pedia: 20-50 mcg/kg/min) IV

Procainamide: La procainamide viene utilizzata nella terapia delle aritmie ventricolari, specialmente dopo infarto miocardico e tachicardie atriali. 
Sono preferite le terapie a breve termine a causa della tossicità ad essa associata tra cui gli effetti collegabili al lupus. Pertanto, viene suggerito come farmaco di seconda o terza scelta.
Iniziare con 3-6 mg/kg/dose in oltre 5 min., non eccedere i 100 mg fino a un limite massimo di 15 mg/kg/ di carico

Verapamil: 0,1-0,3 mg/kg fino a 5-10 mg ev. in 2 min (non approvato nei bambini)