RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

31 dicembre 2018

Pseudoefedrina

La Pseudoefedrina è un simpaticomimetico diretto e indiretto

Essa è un stereoisomero dell'efedrina ed ha un'azione simile a questa, ma agisce meno sulla pressione arteriosa e presenta meno effetti sul SNC.

La Pseudoefedrina e suoi sali sono somministrati per via orale per il sollievo sintomatico di congestione nasale. Essi sono comunemente combinati con altri ingredienti in preparati destinati al sollievo della tosse e dei sintomi da raffreddamento

Il Cloridrato o il solfato di pseudoefedrina negli adulti sono  somministrati  in dosi di 60 mg ogni 4-6 ore fino ad un massimo di 4 dosi in 24 ore. 

Altri usi della pseudoefedrina includono il controllo di incontinenza urinaria in alcuni pazienti ed il trattamento di alcune forme di priapismo.

Precauzioni ed effetti avversi
Gli effetti avversi più comuni della pseudoefedrina sono tachicardia, ansia, irrequietezza e insonnia; rash cutanei e ritenzione urinaria si sono verificati occasionalmente . Le allucinazioni sono state riportate raramente, soprattutto nei bambini.