RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

6 maggio 2018

Empaglifozin e malattia cardiovascolare

In uno studio riguardante pazienti con diabete di tipo 2 e malattia cardiovascolare stabilita il trattamento con empagliflozin per una media di 2,6 anni ha provocato tassi più bassi di mortalità cardiovascolare, mortalità e ospedalizzazione per insufficienza cardiaca congestizia, rispetto al placebo.

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI