K (VITAMINA)

Presente in natura:
nelle verdure a foglia verde (spinaci, rape, broccoli, cavolfiori, lattuga)

Altre fonti in natura:
fegato di manzo, tè verde, avena, grano intero, patate, pomodori, asparagi, tuorlo d'uovo, burro, formaggio


Necessaria per:
la produzione dei fattori della coagulazione (è essenziale infatti per la sintesi di protrombina che a sua volta converte il fibrinogeno in fibrina con formazione del coagulo)


Utilizzo in clinica
Antidoto per gli anticoagulanti orali
Coadiuvante nella terapia delle emorragie da deficit di fattore VIII e protrombina
Stati carenziali di vit. K


NB. Gli anticoagulanti riducono l'utilizzazione dei fattori della coagulazione dipendenti dalla vit. K

Gli antibiotici, le patologie intestinali, gli olii minerali, inibiscono l'assorbimento della vit. K

Nuova Vecchia