RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

14 gennaio 2008

LEPTOSPIROSI

E' un'infezione acuta sistemica e spesso grave trasmessa all'uomo da cibi contaminati, da urine di animali come ratti, cani, gatti, bestiame da allevamento e causata da una spirocheta del genere Leptospira

Colpisce più frequentemente contadini, veterinari, addetti ai mattatoi ed ai servizi fognarii

Si instaura contemporaneamente danno renale grave e danno epatico


Quadro clinico
Il decorso e' bifasico
1) all’inizio e per circa una settimana caratterizzato da:
sintomi similinfluenzali con febbre elevata, cefalea, mialgie, emorragia congiuntivale seguito da apparente remissione e apiressia per un periodo di 1 o 2 gg

2) ed in seguito caratterizzato di nuovo da:
febbre e meningite!(cefalea)
Possono associarsi:
ittero, segni meningei, dolore addominale
insufficienza renale
colecistite acalcolotica


Laboratorio
Presenza di anticorpi sierici antileptospira
Positività della reazione di Weil-Felix (è una reazione di agglutinazione batterica)


Diagnosi
Se un paziente presenta una mialgia grave o una meningite asettica specie se associata ad emorragia congiuntivale dovrebbe sempre sorgere il sospetto di una leptospirosi
Così anche un ittero con febbre e tossicosi in un paz. addetto alle fogne deve far pensare sempre ad una leptospirosi


Diagnosi differenziale
Deve essere differenziata da altre malattie febbrili associate a cefalea e dolore muscolare come: malaria, tifo, epatite virale, dengue, infezione da Hantavirus


Trattamento
Ampicillina o amoxacillina 1 g ev x 4 volte al di
Chemioprofilassi: doxiciclina cp 200 mg una volta alla settimana
Nei casi gravi assistenza respiratoria e dialisi


Profilassi
Con doxiciclina