RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

29 gennaio 2008

INSUFFICIENZA AORTICA

E' 3 volte più frequente negli uomini che nelle donne ed è una delle più frequenti lesioni valvolari


Cosa avviene
Il sangue durante la diastole refluisce nel ventricolo sinistro che si ipertrofizza e sopporta a lungo il carico


La storia naturale
L'insufficienza aortica cronica ha una lunga storia naturale con bassa morbilità (i pazienti infatti rimangono asintomatici per lungo tempo) ma la prognosi diviene sfavorevole senza intervento chirurgico quando compaiono i primi sintomi; dopo il primo scompenso la prognosi diviene infausta
L'insufficienza aortica acuta (dovuta ad endocardite, dissezione aortica o trauma) invece, al contrario di quella cronica ha un decorso rapido ed é poco tollerata


Eziologia
Sindrome di Marfan
Febbre reumatica
Sifilide
Artrite reumatoide


Quadro clinico
Palpitazioni
Ortopnea
Dispnea parossistica notturna
Angina pectoris e sincope meno comuni che nella stenosi aortica
Angina notturna
Diaforesi
Pallore cutaneo
PRESSIONE DIFFERENZIALE ELEVATA (in conseguenza del riempimento del ventricolo sinistro durante la diastole) e POLSO CELERE E ALTO sono i segni che fanno sospettare la diagnosi

L'impulso carotideo vigoroso determina pulsazioni della testa

All'ascoltazione cardiaca:
soffio diastolico in decrescendo sul focolaio aortico e lungo il bordo sternale sinistro
Ricorda che l'esercizio isometrico può provocare aumento di intensità del soffio

NB. Quando vi e' contemporaneamente una stenosi valvolare aortica, questa prevale e la PA si riduce, venendo così a mancare quell'importante segno della "pressione differenziale elevata"


Indagini diagnostiche
Ricorda che l'intensità del soffio aumenta con l'esercizio isometrico
Rx: cuore aortico, "a scarpa" ingrandito cioè a sinistra per dilatazione del ventricolo sinistro
ECG: segni di marcata ipertrofia ventricolare sinistra (aumento di ampiezza del QRS)
Eco-doppler: conferma la diagnosi e quantifica la gravita'


Trattamento
Gli ace-inibitori riducono le resistenze vascolari sistemiche e il rigurgito aortico, ma la sostituzione valvolare aortica è indicata non appena compaiono i primi sintomi
I vasodilatatori come la nifedipina, l'amlodipina e gli ace-inibitori riducendo il postcarico possono ridurre la severita' del rigurgito ed il trattamento profilattico puo' rinviare l'intervento chirurgico
In caso di scompeno sintomatico o di fibrillazione atriale o di cardiomegalia e' utile la digitale come pure i diuretici che possono ridurre i sintomi di congestione

La terapia chirurgica e' indicata in caso di:
dilatazione del ventricolo sinistro e riduzione della frazione di eiezione


Complicanze
Riduzione del flusso coronarico per riduzione della pressione diastolica