RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

4 gennaio 2008

EMORRAGIA GASTROINTESTINALE

Può essere:
1)occulta
2)evidente
3)massiva

1)acuta
2)cronica

e si divide in
1)superiore
2)inferiore
a seconda che la fonte sia localizzata al di sopra o al di sotto del ligamento del Treitz


Clinicamente può manifestarsi come:

A)Ematemesi che e' l'emissione dalla bocca di sangue:
1)o bruno come posa di caffe'
2)o rosso vivo nell'emorragia massiva

Attenzione! un sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore puo' esordire tardivamente con una melena

B)Melena che e' rappresentata da feci picee (nere, brillanti e collose) per trasformazione dell'Hb in ematina in seguito all'azione dell'HCl e dei batteri del colon

C)Ematochezia (sangue rosso vivo dall'intestino) di solito causata da emorroidi o angiodisplasie del retto
1)la diverticolosi
7)la colite ischemica


Cause
La più comune causa di sanguinamento del tratto superiore è
1) l’ulcera peptica duodenale (40%)
altre cause sono
2)ulcera gastrica(10-20%)
3)gastrite erosiva da aspirina, FANS, anticoagulanti, stress
4)varici esofagee (10%)
5)esofagite da reflusso
6)lacerazione della giunzione gastroesofagea o sindrome di MalloryWeiss(10%)
7)fistola aorto-enterica
8)carcinoma gastrico(<5%)
9)epistassi

La più comune causa di sanguinamento del tratto inferiore è:
1)la diverticolosi
seguono
2)il carcinoma
3)i polipi
4)le malformazioni vascolari (angiodisplasie) per: emangiomi, malformazioni arterovenose, teleangectasie
5)le emorroidi
6)le malattie infiammatorie intestinali
7)la colite ischemica

RICORDA
L'enterorragia, anche se raramente, puo' essere massiva e determinare shock ipovolemico



Patologie che possono essere evidenziate o escluse mediante esplorazione rettale in caso di proctorragia:
1)emorroidi (80%): di solito feci striate di sangue
2)ragadi anali
3)tumori dell'ano
4)tumori del retto


Trattamento d'emergenza
Riequilibrio dell'eventuale stato di shock

Accesso venoso periferico duplice con catetere n° 14 o 18
Appronta 3 o più unità di sangue intero o globuli rossi concentrati quando disponibili, previo determinazione di gruppo sanguigno e prove crociate. Nel frattempo infondi sol. fisiologica o poligelina
Trasfondi sangue nel paz. in stato di shock ma anche in quello con Hb < 10g./100ml

Nelle situazioni estreme (emorragia profusa e shock ipovolemico usa sangue 0 positivo. Dovrai mantenere l'ematocrito intorno a 30-35 che e' il valore al quale la capacita' di trasporto dell'O2 da parte del sangue e' massima

Ricorda che

donatore universale e' lo 0 negativo

ricevente universale e' l' AB positivo

Se lo stato mentale del paziente è depresso considera l'intubazione endotracheale per proteggere le vie aeree
Somministra H2 antagonisti o inibitori della pompa protonica e.v.

Nei cirrotici con coagulopatia infondi plasma fresco congelato e vit. K, inoltre somministra octreotide (Longastatina f 0,1-0,5 mg e fl 5 ml 0,2 mg/ml) o terlipressina (Glipressina f 0,5-1 mg) per ridurre il sanguinamento
In caso di emorragia infrenabile sonda di Sengstaken
E' preferibile il ricovero in ambiente chirurgico


Indicazioni all'intervento chirurgico d'urgenza nel sanguinamento gastroduodenale (non causato da varici esofagee):
Necessita' di piu' di 500 cc. di sangue ogni 8 h.
Sanguinamento continuo da piu' di 8 h.
Necessita' di piu' di 4 U in paz. > 60 a.
Necessita' di piu' di 8 U. in paz<60 a.
Emorragia recidivante nonostante il trattamento medico
Sospetto di fistola aorto-enterica!
In definitiva é importante la gravità del quadro e la durata del sanguinamento!


Prognosi
Ricorda che:
l'80% dell'emorragie gastrointestinali si arresta spontaneamentela mortalita'delle emorragie superiori e' del 5-10 %