RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

7 gennaio 2008

CUORE POLMONARE

E' un'insufficienza del cuore destro causata da un' ipertensione polmonare acuta o cronica

Non è, di solito, riferito come conseguenza dell'insufficienza ventricolare sinistra o di una malattia valvolare acquisita.

E' usualmente cronico ma può essere acuto e reversibile.


Cause

1)Malattie del parenchima polmonare e delle vie
aeree:
es. BPCO, TBC, fibrosi polmonare

2)Malattie vascolari del polmone:
es.embolia polmonare

3)Anomalie scheletriche:
cifoscoliosi

4)Ipoventilazione:
obesità

5)Ostruzione:
apnea notturna

6)Malattie neuromuscolari poliomielite, miastenia


Sintomi e segni
Dispnea da sforzo
Tachicardia
Poliglobulia
Cianosi
Stato confusionale

In caso di scompenso del ventricolo destro (cuore polmonare scompensato):
aumentata pressione giugulare

epatomegalia

ascite

edemi declivi


Esami di laboratorio e strumentali

ECG
P polmonare
Deviazione assiale destra
RS o R in V1-V2
Blocco di branca dx

Emogasanalisi
Ricorda che il cuore polmonare é aggravato dalla concomitante presenza di acidosi

Rx torace
Aumento di volume del cuore destro con riduzione dello spazio retrosternale in proiezione laterale
Arco polmonare prominente
Dilatazione delle a. polmonari all'ilo


Terapia
In caso di ipossia con PO2 < 55 e saturazione di O2 < 88% e' indicata l'O2 terapia a basso flusso (2-3 l/ min per 18 h al giorno
L'uso continuo di O2 riduce l'ipertensione polmonare, previene la policitemia nel paziente ipossico e riduce la mortalità.

L'uso moderato di diuretici migliora lo scambio dei gas polmonari probabilmente riducendo l'accumulo di liquidi extravascolari.

Le infezioni devono essere trattate prontamente.

Le tachiaritmie sopraventricolari sono frequenti e possono essere trattate con digossina e verapamile.

I pazienti con cuore polmonare presentano un rischio aumentato di tromboembolia venosa che può essere ridotta con l'uso cronico di anticoagulanti

Se vi è scompenso del ventricolo destro (cuore polmonare scompensato)
che si manifesta, come già detto, con:
1)distensione venosa giugulare
2)epatomegalia
3)ascite
4)edemi declivi
è indicato il trattamento anticoagulante con warfarin