RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

6 dicembre 2020

La sindrome di Giannotti-Crosti

 La sindrome di Gianotti-Crosti è un esantema virale papulare causato da infezioni dovute al virus Epstein-Barr (EBV) e all’ epatite B. 


Sono più comunemente colpiti I bambini di età inferiore ai 14 anni. 

Ma anche gli adulti ne possono esserne affetti con esclusività per il sesso femminile.


Il periodo di incubazione non è noto; tuttavia, i pazienti generalmente presentano malessere, linfoadenopatia e un’ eruzione acrale. 


Inizialmente l’ eruzione cutanea consiste in papule eritematose sul viso, sul collo, sugli arti, sulle natiche, sulle palme e sulle piante dei piedi 

Compaiono infatti numerose papule o papulo-vescicole monomorfe di colore rosa o rosso-bruno, lievemente pruriginose, del diametro variabile tra 1 e 5 mm con la tendenza alla confluenza.


Il rash è solitamente pruriginoso e può diventare purpurico prima che si risolva lentamente in 2-6 settimane. 


Può essere richiesta una sierologia specifica virale. 


Raramente la linfoadenopatia e l'epatomegalia possono persistere per molti mesi. 


I sintomi dell’ esantema possono essere alleviati da uno steroide topico.