RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

7 agosto 2020

Ipofisi, fisiopatologia

L'ipofisi è ubicata nella sella turcica, situata nella fossa cranica media alla base del cervello. È collegato funzionalmente all'ipotalamo dal peduncolo ipofisario. L'ipotalamo si trova in una posizione superiore alla ghiandola ipofisaria, e il legame tra i due organi è critico per la normale funzione ipofisaria.

L’ ipofisi anteriore secerne l'ormone della crescita, tirotropina o ormone stimolante la tiroide, corticotropina o ormone adrenocorticotropico, ormone follicolo-stimolante, ormone luteinizzante e prolattina. 

Il lobo posteriore secerne la vasopressina arginina (anche chiamato ormone antidiuretico) e l’ ossitocina.

Le masse ipofisarie possono essere classificate sulla base della loro eziologia sottostante: ad esempio, adenoma ipofisario, iperplasia ipofisaria, tumori non adenomatosi e lesioni vascolari, infiammatorie o infettive.

La maggior parte delle masse ipofisarie è causata dagli adenomi ipofisari; questi sono tumori benigni derivanti dalla ipofisi anteriore. Gli adenomi ipofisari sono classificati come funzionali (secrezione di ormoni) o non funzionali e possono essere ulteriormente classificati per tipo o dimensioni, per esempio, microadenomi (inferiori a<10 macroadenomi="" mm="" o="">10 mm), macroadenomi (superiori a 10 mm.)

Le masse ipofisarie possono presentarsi con una sindrome clinica risultante dall’ ipersecrezione di ormoni ipofisari anteriori (ad esempio, malattia di Cushing, acromegalia). In alternativa, possono presentare più insidiosamente con un effetto di massa o con un'espansione tumorale che conduce a compressione delle strutture circostanti, compreso il tessuto ipofisario normale, che provoca ipopituitarismo. 
I tumori ipofisari funzionanti possono produrre un quadro complesso di eccesso ormonale e/o di carenze.

Le analisi che utilizzano i dati autoptici e radiologici suggeriscono tassi di prevalenza di adenomi primitivi
Quasi tutti questi sono microadenomi clinicamente silenti. La prevalenza aumenta con l'età e il rilevamento è più probabile se si utilizzano sequenze di risonanza ad alta risoluzione.