RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

29 marzo 2020

Dalla Russia sul trattamento del Covid 19

I biologi russi stanno valutando un regime di trattamento  per i pazienti con coronavirus con meflochina
La meflochina, che fa parte del regime di trattamento per il coronavirus, presentato dagli scienziati russi, dovrebbe essere efficace ed anche meno tossica per l'uomo rispetto ai suoi omologhi. 
La meflochina può bloccare l’ effetto citopatico del coronavirus nella coltura cellulare, nonché inibire l’ attivazione della risposta infiammatoria causata dal virus.

Questo si é evinto in un colloquio con RIA Novosti, ha affermato il Dottore di scienze biologiche, professore della Scuola di Biologia GMU (USA) Ancha Baranova.
“I farmaci della famiglia delle clorochine, cioè la clorochina stessa e i suoi derivati, compresi l’idrossiclorochina e la meflochina, sono oggi i piú affermati tra i farmaci anti-coronavirus per uso in una una popolazione generale”, ha affermato, ricordando che queste sostanze sono state usate da tempo come terapia antimalarica

Baranova ha aggiunto che tali farmaci hanno un effetto complesso sul virus.

Il 28 marzo, l'Agenzia federale per la medicina e la biologia (FMBA) ha presentato un regime di trattamento per l'infezione da coronavirus con Meflochina. 

Il regime è stato sviluppato sulla base dell’ esperienza del trattamento dell’ infezione da coronavirus in Cina e in Francia.