RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

10 aprile 2019

Vaginiti, cenni sulla terapia

Le cause comuni di vaginite includono:

la vaginosi batterica (40% - 50% dei casi)

la candidiasi (20% - 25%)

la trichomoniasi (15% - 20%)


Le cause meno comuni includono:

l’atrofia vaginale

la cervicite

i corpi estranei

gli irritanti e allergeni

la vaginite infiammatoria desquamativa.


Trattamento in generale

Vaginosi batterica
Il trattamento di prima linea con metronidazolo è raccomandato per le donne con vaginosi batterica sintomatica.
I dati attuali non supportano lo screening universale e il trattamento dei pazienti asintomatici per la vaginosi batterica durante la gravidanza.


Candidosi vulvovaginale
Le donne asintomatiche con candidosi vulvovaginale non necessitano di trattamento.
Il trattamento della candidosi vulvovaginale con azoli orali o topici provoca un sollievo sintomatico nel 80% - 90% delle pazienti che completano la terapia ed è più efficace della nistatina.
La vulvovaginite causata da Candida albicans è comune in gravidanza e per questa si raccomandano solo azoli topici per 7 giorni.


Tricomoniasi
I nitroimidazoli, metronidazolo e tinidazolo, sono gli unici farmaci approvati dalla FDA per il trattamento della tricomoniasi.