RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

11 dicembre 2018

ENTRESTO

Sacubitril con valsartan

Azione
Sacubitril (un profarmaco) inibisce la degradazione dei peptidi natriuretici con conseguenti vari effetti compreso l'aumento di natriuresi, e la vasodilatazione. 

Indicazioni e dosi
1.Insufficienza cardiaca sintomatica cronica con frazione di eiezione ridotta (in pazienti che attualmente non assumono un inibitore ACE o antagonista del recettore dell'angiotensina II, o stabilizzati a basse dosi di uno di questi agenti)
Inizialmente 24/26 mg due volte al giorno per 3-4 settimane, aumentato se tollerato a 49/51 mg due volte al giorno per 3-4 settimane, poi aumentato se tollerato a 97/103 mg due volte al giorno. 


2.Insufficienza cardiaca sintomatica cronica con frazione di eiezione ridotta (in pazienti attualmente stabilizzati su un inibitore ACE o antagonista del recettore dell'angiotensina II)
Inizialmente 49/51 mg due volte al giorno per 2 – 4 settimane, aumentato se tollerato a 97/103 mg due volte al giorno, si consideri una dose iniziale di 24/26 mg se la pressione arteriosa sistolica è inferiore a 110 mmHg.

Equivalenza e conversione della dose
Le compresse Entresto ® contengono sacubitril e valsartan; le proporzioni sono espresse nella forma x/y laddove x e y sono rispettivamente le dosi in milligrammi di sacubitril e di valsartan. 

Valsartan, in questa formulazione, è più biodisponibile rispetto ad altre formulazioni.
 Le compresse da 26 mg, 51 mg, e 103 mg di valsartan sono equivalenti a 40 mg, 80 mg e 160 mg, rispettivamente. 

ControIndicazioni
Pressione arteriosa sistolica inferiore a 100 mmHg

Interazioni
Elenco dei singoli interactants: sacubitril, Valsartan

Gravidanza
Il fabbricante consiglia di evitare — tossicità con sacubitril negli studi sugli animali. 

Allattamento al seno
Il fabbricante consiglia di evitareil farmaco
Esso infatti é presente nel latte in studi animali. 

Compromissione epatica
ControIndicato in grave compromissione. Regolazioni della dose
Il fornitore consiglia la dose iniziale di 26/24 mg due volte al giorno nel danno moderato. 

Compromissione renale
Regolazioni della dose
Il fabbricante raccomanda una dose iniziale di 26/24 mg due volte al giorno se eGFR meno di 30 mL/minuto/1.73 m2. 
Considerare anche questa dose di partenza se l’eGFR 30 a 60 mL/minuto/1.73 m2. 


Sacubitril valsartan è suggerito come opzione per il trattamento dell'infarto cronico sintomatico con la frazione ridotta di eiezione, soltanto in adulti:
con New York Heart Association classe II a sintomi IV e
una frazione di eiezione ventricolare di sinistra di 35% o di meno e
che stanno già assumendo una dose stabile di un ACE-inibitore o antagonista del recettore dell'angiotensina II.