RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

20 ottobre 2018

Violenza sessuale, profilassi farmacologica postesposizione

I centri per il controllo e la prevenzione delle malattie raccomandano una profilassi antibiotica empirica di potenziali infezioni sessualmente trasmissibili (in particolare, gonorrea, clamidia, tricomoniasi, e potenzialmente la sifilide)

Le colture non sono necessarie prima di iniziare il trattamento, ma possono essere considerate come parte della raccolta di prove routinarie

Gonorrea
ceftriaxone 250 mg IM una volta. 
Nota: i chinoloni non sono più raccomandati per il trattamento della gonorrea. 

Clamidia
Azitromicina 1 g per os in dose singola, o doxiciclina 100 mg per os per 7 giorni, o eritromicina base 500 mg PO quattro volte al di per 7 giorni, o eritromicina etilsuccinato 800 mg PO quattro volte al di per 7 giorni

Sifilide
benzatina penicillina G 2 a 4 milioni unità im una volta, o doxiciclina 100 mg per os per 14 giorni. Alcuni suggeriscono ceftriaxone 1 g/die, sia im/IV, per 8 a 10 giorni, ma inefficacia del trattamento è stato segnalato in diverse aree geografiche. 

Tricomoniasi e vaginosi batterica
se presenti (se le colture sono state raccolte): metronidazolo 2 g per os una volta, o metronidazolo 500 mg po due volte al di per 7 giorni (considerare la dose singola per massimizzare la conformità), o Metronidazole Gel 0,75% 1 applicatore completo (5 g) intravaginale ogni giorno per 5 giorni; o crema di clindamicina 2% 1 applicatore completo (5 g) intravaginale al momento di coricarsi per 7 giorni (considerato meno efficace del metronidazolo per os)

HIV
attualmente, vi è una bassa probabilità di trasmissione dell'Hiv, ma solitamente si raccomanda la profilassi post-esposizione per le vittime di violenza sessuale. 
Il regime è di 3 a 7 giorni, con follow-up a breve termine e consulenza di uno specialista familiare con regimi postesposizione
Più efficace se avviato entro 4 ore, in tal modo potrebbe ridurre la trasmissione di ben l'80%; improbabile che possa essere vantaggioso se iniziato dopo 72 ore. 

Epatite b
se é un'infezione prevalente in zona o l’aggressore é noto per essere ad alto rischio: epatite b immunoglobuline 0,06 ml/kg im, in singola dose, con avvio della vaccinazione con 3-dosi  di vaccino per il virus dell'epatite b 
Nessun trattamento se la vittima ha avuta una serie completa di vaccinazione per epatite B, con livelli documentati di immunità

Profilassi di gravidanza 
utilizzare Levonorgestrel 1,5 mg una volta (piano B, progestinici solo), efficace per un massimo di 5 giorni dopo l'incidente. 
Levonorgestrel da solo si è dimostrato più efficace del regime Yuzpe (ASSOCIAZIONE DI LEVONORGESTREL ED ETINILESTRADIOLO), un metodo di contraccezione di emergenza, in Italia off label

In alternativa, può essere utilizzato ulipristal acetato (ESMYA) 30 μg una sola volta