RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

13 aprile 2018

Calcolosi renale, trattamento cronico (in breve)

Aumenta l’assunzione di liquidi (oltre 2 L al di) con l’obiettivo di ottenere una diuresi di 2 L al di.

Una riduzione di ossalati, proteine e sodio nella dieta dovrebbe essere raccomandata per prevenire i calcoli.

Una aumentata assunzione di agrumi è raccomandata per impedire la ricorrenza di calcoli.

Si consiglia un’assunzione normale di calcio  (cioè, da 1000 mg/giorno a 1200 mg/giorno).

Una restrizione di calcio nella dieta può portare ad una riduzione del legame del calcio agli ossalati nel tratto gastrointestinale, promuovendo iperossaluria e rafforzando il rischio di formazione di calcoli. Inoltre, potrebbe avere effetti negativi sulla salute dell'osso.



Calcoli di calcio
Urine delle 24-h per identificare specifici fattori di rischio urinari e per trattarli
Riduci l’assunzione di Na e carne; i diuretici tiazidici riducono il calcio urinario
A seconda delle urine delle 24 h: citrato di potassio, restrizione dietetica di ossalato, trattamento con allopurinolo
Una dieta ricca di Ca, come detto, è probabilmente benefica per la riduzione dell’assorbimento di ossalati. Non é chiaro comunque il ruolo dei supplementi di Ca


Calcoli di acido uric
Alcalinizzazione dell'urina (con citrato di potassio, bicarbonato di sodio), uso di allopurinolo.
L'obiettivo ideale per la terapia alcalinizzante è mantenere il pH dell'urina tra 6,5 e 7,0.
L’alcalinizzazione svolge anche un ruolo importante nel prevenire i calcoli di calcio e cistina.
Ricorda che, in pazienti con scompenso cardiaco o insufficienza renale, si dovrebbe prestare attenzione quando si prescrive la terapia alcalinizzante


Calcoli di struvite (fosfato idrato di ammonio e magnesio)
Antibiotici per il trattamento di infezioni delle vie urinarie; valutare la necessitá di interventi urologici; l’acido acetoidrossamico (un inibitore dell'ureasi), deve essere riservato a medici esperti, perché puó essere mal tollerato e può produrre gravi effetti negativi quali flebiti e ipercoagulabilità.


Calcoli di cistina
Alcalinizzazione dell'urina (citrato di potassio), D-penicillamina, tiopronina


Allorquando esistono anomalie metaboliche specifiche, che non sono sensibili alle modifiche dietetiche, possono essere richieste terapie preventive specifiche.

Per esempio

Iperuricosuria, calcoli ricorrenti di ossalato di calcio e calcio urinario normale: allopurinolo o febuxostat

Ipercalciuria e calcoli ricorrenti di calcio : diuretici tiazidici con o senza supplemenfo di potassio (citrato di potassio o cloruro di potassio)

Ipocitraturia e calcoli ricorrenti di calcio: alcalinizzazione urinaria (ad es., citrato di potassio; il bicarbonato di sodio o il citrato di sodio possono essere considerati se il paziente è a rischio di iperkaliemia)

Iperossaluria: chelanti degli ossalati (ad es., calcio, magnesio o colestiramina), citrato di potassio, piridossina

Cistinuria: alcalinizzazione urinaria con citrato di potassio, agente legante del tiolo (ad es., tiopronina che è tollerata meglio della d-penicillamina)