RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

21 marzo 2014

BETABLOCCANTI, UNA PRECISAZIONE IMPORTANTE

I betabloccanti giocano un ruolo importante nella terapia dello scompenso cardiaco.
Essi lavorano bloccando l'effetto tossico della stimolazione adrenergica sul cuore e quindi sono dotati di un effetto benefico sullo stato funzionale, sulla progressione della malattia e sulla sopravvivenza dei pazienti con scompenso cardiaco di classe II-IV NYHA

Essi devono essere somministrati con attenzione monitorando PA e frequenza cardiaca
Alcuni pazienti possono presentare ritenzione di volume ed aggravamento dei sintomi di scompenso, sintomi che sappiamo rispondono ad un transitorio aumento del dosaggio della terapia diuretica