RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

1 settembre 2011

CARVEDILOLO

È stato il primo beta-bloccante ad essere usato per trattare l'insufficienza cardiaca

E' un beta e alfa 1 bloccante non selettivo e percio' ha alcuni effetti vasodilatatori periferici

Indicazioni
Ipertensione: riduzione della gittata cardiaca, blocco dei recettori periferici, discreta attività di riduzione plasmatica reninica
Si e' accertato che la dose piena spesso non e' necessaria

Angina - riduce la domanda di ossigeno cardiaco.

Nel post infarto, STEMI e NSTEMI puo' ridurre la mortalità

Nell'insufficienza cardiaca - solo bisoprololo e carvedilolo riducono la mortalità.
il nebivololo può essere utilizzato nella insufficienza cardiaca lieve o moderata in pazienti oltre ii 70 anni

Controindicazioni
Asma / broncospasmo
Blocco cardiaco di secondo o terzo grado
Insufficienza cardiaca scompensata o acuta
Evita nel diabete soprattutto in associazione con tiazidici

Effetti collaterali
Faticabilita'
Sensazione di freddo alle estremita'
Diarrea
Peggioramento del controllo del diabete
Ipotensione posturale, vertigini Peggioramento di una psoriasi
Impotenza
Claudicazio
Insonnia

Evita l'uso con verapamil perche' può precipitare una insufficienza cardiaca

Dosaggio
Dose iniziale di 12,5 mg soprattutto negli anziani
Ipertensione 12,5-25 mg una volta al di
Angina 12,5-25 mg due volte al di
Insufficienza cardiaca 3,125 mg una volta lentamente aumentando fino a 25 mg due volte al di

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI