RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

16 gennaio 2008

NODULO POLMONARE SOLITARIO

Il nodulo e' una lesione approssimativamente circolare di diametro < 5 cm., altrimenti si definisce massa.

Lesione benigna
Una calcificazione centrale e' suggestiva di una lesione benigna
A favore di un nodulo benigno sono da considerare i seguenti fattori:
dimensioni < 2 cm
margini ben delimitati
presenza di calcificazioni a lamina, punteggiate, a pop corn (possibile amartoma)

Lesione maligna
Approssimativamente il 25% dei noduli polmonari e' costituito da cr. polmonare
Al di sopra dei 35 a. qualunque nodulo polmonare dovrebbe essere considerato potenzialmente maligno e sottoposto a resezione a meno che non possa essere documentata una stabilita' da 2 anni mediante un precedente radiogramma.


Come comportarsi
La prima cosa da fare, se possibile, è di confrontare il radiogramma attuale con ev.li precedenti.
Se la lesione è rimasta sempre la stessa da più di un anno è possibile che sia benigna

Fattori che depongono per una genesi neoplastica maligna sono:
anamnesi di tabagismo
diametro > 4 cm
margini indistinti (corona radiata)
interessamento dell'ilo
all'Rxpresenza di lesioni satellite
coesistenza di una osteoartropatia ipertrofica
attività lavorativa a rischio

A parte una neoplasia maligna le altre cause di nodulo solitario potrebbero essere:
granulomi (tubercolare, istoplasmosi, sarcoidosi)
ascesso
cisti broncogena
infarto polmonare pregresso
nodulo reumatoide
amartoma (il più frequente tumore polmonare benigno caratterizzato radiologicamente da piccole calcificazioni multiple tondeggianti)
lipoma
fibroma
malformazione arterovenosa


Prognosi
In caso di lesione maligna con diametro < 2 cm. la sopravvivenza a 5 anni è del 70%