RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

20 dicembre 2007

DESMOPRESSINA

E' un analogo della vasopressina con effetto:
1) antidiuretico (riduce l’escrezione di acqua libera) più potente e protratto di questa
2) emostatico aumentando i livelli di fattore VIII ed aumentando il rilascio del fattore di Von Willebrand dalle cellule endoteliali


E’ utile quindi:
1)nell'emofilia A
2)nella malattia di Von Willebrand classica cioé tipo 1 ove vi sono bassi livelli di fattore normale ma ci sono però scorte cellulari endoteliali di fattore che possono essere liberate.
3)nel sanguinamento dell'uremia
4) nel diabete insipido neurogeno (centrale)


Non é efficace:
nella malattia di Von Willebrand tipo 2A nel quale non vi sono scorte endoteliali di fattore di Von Willebrand

Può essere dannosa:
nella malattia di Von Willebrand tipo 2B (ove può provocare fenomeni di trombosi) per cui bisognerà ricorrere al crioprecipitato


Dosi
Nell’emostasi:
alla dose di 0,3 gamma/Kg per via endovenosa diluita in 50 ml di fisiologica e somministrata in 30 min.

Nel diabete insipido neurogeno:
alla dose di 10-40 gamma per via nasale 1 o 2 volte al di


Effetti collaterali
Cefalea, tachicardia, ipotensione, eritema del viso: tali effetti si riducono riducendo la velocità di infusione