RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

Visualizzazione post con etichetta O. Mostra tutti i post

3 febbraio 2012

OPPIACEI, EFFETTI COLLATERALI E LORO TRATTAMENTO

NAUSEA, VOMITO
metoclopramide
o
ondansetron


STIPSI
lattulosio
bisacodyl
citrato di magnesio
clistere


PRURITO
idrossizina


SEDAZIONE
riduci la dose
aggiungi un adiuvante (FANS, antidepressivo,)

28 gennaio 2012

OPPIOIDI NEL DOLORE POST-OPERATORIO

Morfina

Codeina

Idromorfone

Ossicodone

Metadone

Buprenorfina

Pentazocina

OSTEOPOROSI POSTMENOPAUSALE, FARMACI PER LA PREVENZIONE ED IL TRATTAMENTO

Bifosfonati

Modulatori selettivi del recettore degli estrogeni

Raloxifene

PTH (paratormone) (approvato solo per il trattamento dell'osteoporosi grave)

Calcitonina (approvata solo per il trattamento)

Estrogeni (approvati solo per la prevenzione)

Estrogeni equini coniugati

ONDANSETRON (ZOFRAN) NELLA NAUSEA E NEL VOMITO

E' un antagonista dei recettori serotoninici



VIE DI SOMMINISTRAZIONE E DOSAGGIO
Per os: 4-8 mg. ogni 4-8 ore

E.v.: 8 mg. ogni 4-8 ore



EFFETTI COLLATERALI
Lieve sedazione e cefalea

27 gennaio 2012

ORMONOTERAPIA SOSTITUTIVA IN MENOPAUSA, SOLUZIONE DI PROBLEMI COMUNI

Insonnia
raccomanda alla paziente di assumere
gli estrogeni al mattino perche essi possiedono effetto psicostimolante
i progestinici alla sere perche' possiedono effetto sedativo

Secchezza vaginale
consiglia estrogeni crema per applicazione vaginale

26 gennaio 2012

OSSICODONE

Effetto analgesico per os

Inizio: 1/2 ora

Picco: 1-2 ore

Durata: 3-6 ore

OLIO DI PESCE (IN SINTESI)

Effetti
Riduce il rischio di malattie cardiovascolari.

Effetti collaterali
Aumenta INR, può causare emorragie.

Interazioni farmacologiche
Interagisce con warfarin, aspirina e FANS

20 gennaio 2012

OSSIGENOTERAPIA CON OCCHIALI NASALI

Vantaggi
permette al paziente di mangiare, bere, parlare, durante la somministrazione dell'ossigeno


Svantaggi
non e' possibile conoscere l'esatta quantita' di FIO2 liberata

Ma si puo' dire approssivativamente che
1 litro al min. di O2 corrisponde ad una FIO2 del 24%

e che ciascuna somministrazione per litro addizionale di flusso coorisponde approssimativamente ad un aumento di FIO2 del 4%

Percio'
1 litro al min. di O2 corrisponde ad una FIO2 del 24%
2 litri al min. di O2 corrispondono ad una FIO2 del 28%
3 litri al min. di O2 corrispondono ad una FIO2 del 32%
e cosi' via

Rcorda che la FIO2 e' la percentuale di ossigeno (O2) che viene inspirata da un paziente.

4 gennaio 2012

ORGASMO SECCO O ANEIACULATORIO

E' il raggiungimento dell'orgasmo senza il rilascio di sperma dal pene.
Si verifica in caso di eiaculazione retrograda che consiste nella eiaculazione in vescica per la mancata chiusura del collo vescicale


Cause di eiaculazione retrograda

Tra le cause anatomiche vi sono gli esiti di interventi chirurgici sulla prostata, sull’uretra e sul collo vescicale. In questi interventi chirurgici e/o endoscopici si altera l’integrità dello sfintere liscio uretrale interno.

Tra le cause neurologiche di mancata eiaculazione vi sono la sclerosi multipla, le lesioni vertebro midollari. il diabete. gli interventi di infoadenectomia retroperitoneale per tumore non seminomatoso del testicolo

Tra le cause farmacologiche di elaculazione retrograda vi sono gli alfa litici, utilizzati nelle prostatiti e nell'ipertrofia prostatica, gli antiipertensivi come clonidina, metildopa, prazosina, diuretici tiazidici, alcuni neurolettici come clorpromazina, aloperidolo; inoltre alcuni anti depressivi triciclici e non (per esempio il trazodone). narcotici come la codeina, la meperidina e il metadone.

1 gennaio 2012

OSSESSIONE DI CONTAMINAZIONE

Eccessiva preoccupazione al riguardo di infezioni, funzioni corporee e malattia.

Il rischio è sopravvalutato rispetto alle probabilità di ammalarsi realmente

OSSESSIONI SOMATICHE

Preoccupazioni irreali sul contagio di una particolare malattia (ad esempio, l'HIV o l'epatite).

26 dicembre 2011

OPPIACEI, EFFETTI COLLATERALI

STIPSI (vedi anche alla voce LASSATIVI)
Puo' essere prevenuta con lassativi stimolanti ed emollienti delle feci (es. senna+docusato)
Se il disturbo persiste:
puo' essere aggiunto lattulosio o citrato di magnesio o glicole polietilene o clistere


NAUSEA
Va trattata aggressivamente con antiemetici


DEPRESSIONE RESPIRATORIA
Si verifica soprattutto con gli oppiacei ad effetto breve; le somministrazioni ripetute sviluppano tolleranza


SEDAZIONE
Vuene trattata riducendo la dose o aumentando la frequenza delle somministrazioni o somministrando un oppiaceo a piu' breve emivita

24 dicembre 2011

OSTRUZIONE TRACHEALE, CAUSE

• Stenosi tracheale acquisita (intubazione, traumi).

• Stenosi tracheale congenita.

• Tumore tracheale (primitivo o metastatico).

• Compressione estrinseca da tumore del polmone, della tiroide,del timo; linfoadenopatia, aneurismi.

• Aspirazione di corpi estranei

• Granulomi tracheali

• Traumi della trachea

15 dicembre 2011

OSSIGENO, PERCENTUALE LIBERATA DA

Occhiali nasali
25-45 % a flusso di 1-6 litri/min.


Semplice maschera facciale
40-60% a 6-10 litri/min.


Maschera di Venturi
24-50 % a 4-8 litri/min.

Maschera Nonrebreathing
60-100% a 4-8litri/min.

ORGASMO, CAUSE DI DISFUNZIONE

Inadeguata stimolazione

Lesioni o traumi del midollo spinale

Sclerosi multipla

Neuropatia alcolica

Sclerosi laterale amiotrofica

Danno dei nervi periferici

Chirurgia pelvica radicale

Ernia del disco lombare

Ipotiroidismo

Malattia di Addison

Malattia di Cushing

Acromegalia

Ipopituitarismo

Cause farmacologiche!
es. SSRI, betabloccanti

Cause psichiche

8 dicembre 2011

ORGASMO

Il momento culminante del coito, costituito da una serie di contrazioni muscolari involontarie dell'ano, dei muscoli pelvici inferiori e degli organi sessuali, accompagnate da un improvviso rilascio di endorfine che forniscono una sensazione di euforia e rilassamento

OSSESSIVO-COMPULSIVO, DISTURBO

Un disturbo psichiatrico caratterizzato da pensieri ossessivi e azioni compulsive, come la pulizia ripetuta, il controllo, il conteggio, o l'accaparramento.
Il disturbo ossessivo-compulsivo (OCD), uno dei disturbi d'ansia, è una condizione potenzialmente invalidante che può persistere per tutta la vita di una persona.
L'individuo che soffre di disturbo ossessivo compulsivo viene intrappolato in uno schema ripetitivo di pensieri e comportamenti che sono senza senso e che suscitano dolore ma sono estremamente difficili da superare.
OCD si manifesta in uno spettro che va da lieve a grave, ma se grave e non trattato può distruggere la capacità di una persona di essere attiva al lavoro, a scuola, o anche in casa.

21 novembre 2011

OSTEOARTROSI, UN RIMEDIO ESISTE

La glucosamina solfato insieme alla condroitina:

riducono il dolore nell'artrosi

riducono la progressione dell'artrosi

entrambe sono ben tollerate e presentano pochi effetti collaterali

14 novembre 2011

OBESITA' ADDOMINALE

Detta anche obesita' viscerale

Puo' associarsi a:

Deficit di androgeni per
ipogonadismo
disfunzione ipotalamica
sindrome di Klinefelter
danno testicolare
deficit testicolare

Sindrome metabolica
{criteri di inclusione}
aumentata circonferenza vita-[> 102 cm negli uomini]-[> 88 cm nelle donne]

22 ottobre 2011

OSSA DI MARMO, MALATTIA DELLE (OSTEOPETROSI)


Eccessiva formazione di osso trabecolare denso che porta a fratture patologiche, osteite, splenomegalia con infarto, anemia e emopoiesi extramidollare

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI