RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

Visualizzazione post con etichetta L. Mostra tutti i post

29 marzo 2012

LEUCEMIA LINFATICA CRONICA, TRATTAMENTO

Stadio iniziale:
monitorizza e aspetta, nessun beneficio e' ottenuto dal trattamento precoce della malattia in fase lentamente progressiva


Trattamento sintomatico della malattia progressiva:
tradizionalmente con clorambucil per os (un agente alchilante) o con 2clorodesossiadenosina o fludarabina per via e.v. che presentano come effetto collaterale riduzione della conta di CD4 per cui e' utile profilassi con co-trimossazolo

Altri provvedimenti:
prednisolone per i fenomeni autoimmuni, immunoglobuline
inoltre prodotti del sangue, profilassi antibiotica, splenectomia (in caso di splenomegalia massiva ed ipersplenismo)

27 marzo 2012

LIPASI

Elevata in caso di:

pancreatite acuta

ulcera peptica perforata

cr. del pancreas (allo stadio iniziale)

ostruzione del dotto pancreatico

infarto intestinale

ostruzione intestinale

15 marzo 2012

LADA o DIABETE AUTOIMMUNE DELL'ADULTO o DIABETE DI TIPO 1.5

E' una forma di diabete autoimmune, geneticamente ed immunologicamente simile al diabete di tipo 1 ma con inizio piu' graduale, nell'eta' adulta.

Il sistema autoimmune aytacca le betacellule pancreatiche in maniera molto piu' lenta del classico diabete di tipo 1

A differenza del diabete di tipo 2 non e' presente obesita o risposta positiva agli antidiabetici orali

L'errore nelll'omessa diagnosi e' quello di non usare prontamente l'insulina



Diagnosi
Si basa su 3 criteri:

eta' adulta alla diagnosi

presenza di autoanticorpi associati al diabete

Ritardo della diagnosi (almeno 6 mesi) nell'uso di insulina


Trattamento
insulina

13 marzo 2012

LESIONI CEREBRALI, DIAGNOSI DIFFERENZIALE

LESIONI CHE SI ACCRESCONO IN FORMA CIRCOLARE

Neoplasie
tumore cerebrale aggressivo
linfoma primitivo del SNC

Infezioni
ascesso cerebrale piogenico
toxoplasmosi
cisticercosi
infezione micotica necrotica

Malattie demielinizzanti
infarto in risoluzione
ematoma allo stadio intermedio tardivo
aneurisma gigante trombosato

Altre lesioni
necrosi da radiazioni


LESIONI CHE NON SI ACCRESCONO IN FORMA CIRCOLARE

Emorragia cerebrale allo stadio iniziale

Ictus tromboembolico allo stadio iniziale

Tumore cerebrale primitivo a lento accrescimento

Metastasi cerebrale

19 febbraio 2012

LEFLUNOMIDE (ARAVA)

Presenta effetto immunomodulante/immunosoppressore antiproliferativo ed antinfiammatorio


Indicazioni
artrite reumatoide attiva nella quale e' in grado di modificare il decorso

Il miglioramento puo' essere avvertito a volte solo dopo 4 settimane

E' teratogeno per cui e' controindicato nelle donne e negli uomini che desiderano procreare


Effetti collaterali
diarrea, grave calo ponderale, epatotossicita'

Presenta una lunga emivita (2 settimane)

18 febbraio 2012

LINFOMI MALIGNI, TRATTAMENTO IN BREVE

Il trattamento dei linfomi maligni non Hodgkin dipende dal tipo

Basso grado di malignita'
Se asintomatici nessun tipo di terapia può essere necessario 
La radioterapia può essere curativa nella malattia localizzata. 
Il clorambucil viene utilizzato nella malattia diffusa. 
Le remissioni possono essere mantenute utilizzando interferone alfa o rituximab
La bendamustina è efficace sia con rituximab sia come monoterapia nei pazienti refrattari al solo rituximab. 

Alto grado di malignita'
regime 'R-CHOP': Rituximab, ciclofosfamide, Idrossidaunorubicina, vincristina e Prednisolone
I fattori stimolanti i granulociti sono utili in caso di neutropenia — per esempio filgrastim o lenograstim a basse dosi  

13 febbraio 2012

LINFOADENOPATIA GENERALIZZATA NON DOLENTE

POSSIBILI CAUSE. NELLE MALATTIE NEOPLASTICHE

Morbo di Hodgkin

Leucemia linfatica cronica

Linfoma non Hodgkin

Macroglobulinemia

Mieloma multiplo (occasionalmente)

Leucemia/linfoma a cellule T

Micosi fungoide

Leucemia linfatica acuta

Leucemia mieloide cronica

Policitemia vera rubra

Mielofibrosi

Melanoma (occasionalmente)

11 febbraio 2012

LIBIDO RIDOTTA NELLA DONNA, CAUSE

ENDOCRINE

Malattie ipotalamiche (ridotta produzione di ACTH)

Malattie ipofisarie

Ipotiroidismo

Malattia di Addison (riduzione degli androgeni surrenalici)


PSICOLOGICHE

Depressione

Ansia


FARMACI

Ciproterone (antiandrogeno)

Alfa e betabloccanti

Antidepressivi

Oppiacei

Alcool


MALATTIE SISTEMICHE

Neoplasie pelviche e mammarie (aumentata prolattina)

Malattie renali

Sindrome dell'intestino irritabile


INFEZIONI

Vaginiti

Malattia pelvica infiammatoria

HIV


MALATTIE LOCALIZZATE

Dispareunia

Menopausa (deficit di estrogeni)

Endometriosi

Cicatrice da episiotomia

Atrofia vaginale da radiazioni

Vulvite

Bartolinite

Ostruzione dell'imene

Chirurgia della pelvi

Rilassamento della muscolatura vaginale secondario a gravidanze multiple

10 febbraio 2012

LINFOCITOSI, CAUSE

INFEZIONI VIRALI
Mononucleosi
Cytomegalovirus
Virusepatite A, B
Parotite, rosolia
Herpesvirus
simplex e zoster

INFEZIONI BATERICHE
Pertosse
Rickettsia
Tubercolosi
Sifilide
Brucellosi

MALATTIA DA SIERO

FARMACI

LEUCEMIE LINFOCITICHE

7 febbraio 2012

LEUPROLIDE, FARMACI SIMILI

Gonadorelin

Goserelin

Nafarelin

LETROZOLO

Farmaco simile all'anastrozolo

LEUPROLIDE (ENANTONE), USO CLINICO

Puberta' precoce nei ragazzi o nelle ragazze

Cancro prostatico in fase avanzata (formulazione depot)

Endometriosi

Fibroma uterino in eta' adulta

29 gennaio 2012

LITIO, TOSSICITA'

Tremori
Diarrea
Gusto metalico
Atassia
Poliuria
Disturbi mentali
Aritmia

La disidratazione e' un fattore predisponente

Trattamento
Sospendi i sali di litio.
Reidrata il paziente

In casi estremi puo' essere utile la plasmaferesi

11 gennaio 2012

LIBIDO, PERDITA DELLA

Perdita del desiderio di svolgere attività sessuale.
Disturbo comune nella malattia depressiva
Di solito non viene menzionata spontaneamente dal paziente.
Deve essere distinta dall'impotenza.

6 gennaio 2012

LITIO, TOSSICITA' DA

Quadro clinico
nausea e vomito, diarrea, sensazione metallica del gusto, atassia, poliuria, disturbi mentali, aritmia

La disidratazione e' un fattore predisponente


Trattamento
sospendi il litio
reidrata il paziente
in casi estremi puo' essere necessaria la plasmaferesi

4 gennaio 2012

LINFOMA AGGRESSIVO

Un tipo di linfoma che si accresce e si diffonde rapidamente determinando sintomi gravi
Si osserva spesso in pazienti HIV positivi (linfoma correlato ad AIDS).
Viene detto anche linfoma di grado intermedio o di alto grado.

17 dicembre 2011

LA BELLE INDIFFERENCE

E' una sorprendente mancanza di preoccupazione per, o la negazione di, una apparentemente grave disabilità funzionale.
il soggetto sembra non essere preoccupato da quello che appare come un proprio deficit importante.

Tale fatua indifferenza puo' far parte della classica descrizioni dell' isteria
 
Si è riscontrata anche in malattie mediche quali per es. esempio un disturbo cerebrovascolare ed è un quadro raro e non specifico e di scarso valore diagnostico per la diagnosi di un disturbo di conversione

30 novembre 2011

LOCALIZZAZIONI DI TUMORI ASCRIVIBILI AL TABACCO COME CAUSA FAVORENTE

Polmone

Laringe

Testa

Collo

Stomaco

Vescica

Rene

Esofago

26 novembre 2011

LINFATICI, TUMORI DEI VASI

Primitivi
linfoangioma benigno

Secondari
linfangite carcinomatosa da neoplasie a varia partenza

12 novembre 2011

LINFONODO SENTINELLA, BIOPSIA DEL

Una procedura diagnostica eseguita per determinare se si e' verificata METASTASI LINFATICA.
Il linfonodo sentinella è il primo linfonodo situato a valle di una neoplasia che riceve il drenaggio da questa