Dermatite seborroica

 La dermatite seborroica è una dermatite eritemato-desquamativa pruriginosa. 


È caratterizzata dalla presenza di squame giallo-untuose su cute eritematosa e localizzate prevalentemente sul cuoio capelluto e sul viso. 


Può interessare tutte le zone ricche di ghiandole sebacee, tra cui  

il cuoio capelluto

le sopracciglia 

la regione presternale e interscapolare 

l’area genitale.


La dermatite seborroica può avere manifestazioni intermittenti, che spesso si verificano durante il passaggio da una stagione all’altra.


Età predominanti: infanzia, adolescenza e adulto


Sesso predominante: maschio > femmina 


Prevalenza

In individui immunosoppressi fino all'83%

La dermatite seborroica è più comune nei pazienti immunosoppressi, suggerendo che i meccanismi immunitari sono implicati nella patogenesi della malattia, anche se i meccanismi non sono ben definiti


Si considerano come fattori scatenanti


Squilibri ormonali


Uso di farmaci (ad esempio corticosteroidi,buspirone, clorpromazina, cimetidina, etionamide, griseofulvin, aloperidolo, metildopa, psoralen)

stress psicofisici, depressione


Fattori genetici

predisposizione genetica (vi sono precedenti casi in famiglia).

ma nessun marcatore genetico é stato identificati fino ad oggi.


A questi si possono aggiungere: carenze vitaminiche, smog e inquinamento atmosferico, situazioni ambientali sfavorevoli (presenza di forte umidità)



Cause

Le cause di questa dermatosi non sono ancora chiare; 

l’eccesso di sebo, che generalmente caratterizza le aree colpite, crea un microambiente ideale per la proliferazione del lievito Malassezia Furfur, che produce acidi grassi infiammatori (degradazione del sebo ad opera della lipasi del Malassezia Furfur), responsabili dell’infiammazione.



Sintomi e segni

La forfora è uno dei segni tipici della dermatite seborroica. 


Si aggiungono inoltre:

  • infiammazione e arrossamento della cute
  • cute untuosa
  • prurito  per cui il paziente tende a grattarsi, stimolando un’ulteriore produzione di sebo e peggiorando la situazione
  • dolore
  • in alcuni casi, perdita di capelli

Nelle forme più gravi, l’esfoliazione intensa può causare croste, in altre forme a eritema o follicolite.


Intermittenza 

fasi attive manifestantesi  con bruciare, scaling e prurito, si alternano con periodi inattivi

L' attività è aumentata in inverno e all'inizio della primavera, con remissioni comunemente in estate.



Test diagnostici

Considerare colture fungine se:

Refrattarietá al trattamento

sono presenti pustole e alopecia.Interpretazione del test


Considerare la biopsia se:

le terapie abituali falliscono.

si notano petecchie.

si sospetta istiocitosi X.



Diagnosi differenziale

A differenza della dermatite atopica, quella seborroica colpisce tipicamente le zone della cute ricche di ghiandole sebacee come il cuoio capelluto, i solchi naso-genieni, le aree retro-auricolari, le arcate sopracciliari e la zona sternale.



Trattamento

Per curare la dermatite seborroica, si possono utilizzare creme, lozioni e shampoo, contenenti antimicotici che contrastano la crescita e lo sviluppo della Malassezia Furfur


 Lavare tutte le aree interessate con shampoo antiseborroici. 


Iniziare con prodotti da banco (ad esempio solfuro di selenio ), lasciando che lo shampoo/lozione rimanga sulla pelle per diversi minuti prima di risciacquare e, se non si nota alcun miglioramento, passare a preparazioni più potenti (quelle contenenti catrame di carbone, zolfo o acido salicilico). 


Agenti antifungini topici 

Shampoo al ketoconazolo 2% o al miconazolo 2% due volte a settimana (lasciare agire sul cuoio capelluto per diversi minuti prima di risciacquare) 

e poi 

una volta alla settimana o a settimane alterne per mantenimento 


La crema di ketoconazolo 2% o sertaconazolo 2% può essere utilizzata per eliminare le squame in altre aree  


agli antimicotici spesso sono aggiunti altri principi attivi, quali l’acido salicilico, lo zinco piritione, derivati catramosi (ittiolo) e lo zolfo. 



Shampoo Ciclopirox 1% due volte a settimana

Che cos'è il Ciclopirox

Il principio attivo ciclopirox olamina previene la crescita dei funghi e li distrugge, migliorando in tal modo l'aspetto della pelle

Si usa per il trattamento di infezioni da funghi (micosi) della pelle. 



Corticosteroidi topici 

Iniziare con l'1% di idrocortisone e avanzare con preparazioni steroidee più potenti (fluorurati) al giorno per 2-4 settimane (3). 


Evitare l'uso continuo di steroidi potenti per ridurre il rischio di 

atrofia cutanea, 

ipopigmentazione 

e/o assorbimento sistemico (soprattutto nei neonati, nei bambini e negli anziani). 



Prognosi

Nei neonati la dermatite seborroica usualmente rimette dopo 6 -8 mesi

Negli adulti, la dermatite seborroica è solitamente cronica e recidiva, con esacerbazioni e remissioni.


La malattia è di solito controllata con shampoo e steroidi topici.


Eritema o ipopigmentazione si risolvono con il trattamento

Nuova Vecchia