RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

1 gennaio 2021

Anafilassi, alcune indicazioni

I farmaci 


(negli adulti e ragazzi di oltre 12 anni)


idrocortisone (Flebocortid) 200 mg ogni 6 ore e.v. per 2-4 dosi 

clorfenamina (Trimeton compresse 4 mg.)  8 mg per os ogni 8 ore per 48 ore

o

clorfenamina Iniettabile 1 fiala da 10 mg due volte al giorno per via IM, SC o, nei casi piu' gravi, EV. 

La dose massima ra è di 40 mg in 24 ore.


Nella prevenzione delle reazioni trasfusionali il farmaco iniettabile non va mescolato al sangue delle trasfusioni, ma somministrato direttamente al paziente.

Avvisa i pazienti su potenziali effetti indesiderati sedativi della clorfenamina


I pazienti ad alto rischio di anafilassi devono portare con se adrenalina per l’ autoiniezione in caso di ulteriore esposizione all’ allergene. 

L’ adrenalina deve essere prescritta qualora un allergene non sia prevedibilmente evitabile o sia sconosciuto. 

La prescrizione non deve essere differita 

La prescrizione e l'addestramento per l'uso degli autoiniettori di adrenalina sono specificati nel dispositivo usato


L’ immunoterapia desensibilizzazione è indicata nel caso di reazioni anafilattiche gravi alle api o alle punture di vespe: chiedere consiglio ad un immunologo clinico o ad un allergologo


L’ asma scarsamente controllata aumenta il rischio di anafilassi mortali e pericolose per la vita. 

Assicurare il controllo dell’ asma in corso (disturbi notturni, frequente impiego di farmaci di salvataggio, uso di corticosteroidi orali) e intensificare il trattamento, in tal caso.


I beta bloccanti antagonizzano gli effetti dell’ adrenalina (la quale é un agonista beta) e possono rendere difficile il trattamento dell'anafilassi. 


Fai riferimento ad un allergologo clinico per la valutazione specialistica se si presenta un nuovo episodio


Se sono stati osservati episodi ricorrenti di anafilassi apparentemente idiopatica (o reazioni considerabili come anafilassi) sospetta una mastocitosi e una sindrome carcinoide (in cui l’ asma è associata a vampate piuttosto che a prurito).