RICERCA TRA GLI OLTRE 10MILA ARGOMENTI

16 giugno 2018

Tubercolosi, alcune importanti precisazioni

La tubercolosi (TB) è trasmessa principalmente dalle goccioline nebulizzate da un paziente infetto mediante starnuti, tosse, e il parlare
Una volta esposto al Mycobacterium tuberculosis il 10% dei soggetti circa sviluppa la malattia attiva [più comune entro i primi 2 anni (5%)].
Il restante 90% sviluppa un’infezione latente, con il M. tubercolosis che rimane dormiente nel corpo per decenni, per riattivarsi quando il sistema immunitario dell'individuo è compromesso
La tubercolosi attiva nei soggetti immunocompetenti è limitata solitamente ai polmoni (TB polmonare) e si risolve dopo un certo periodo di tempo, ma nel 50-60% può divenire ricorrente.


La TB polmonare può clinicamente presentarsi con sintomi non specifici o specifici come:
Cachessia/perdita di peso
Dolore toracico (pleurico)
Tosse (spesso produttiva)
Dispnea
Faticabilitá
Febbre
Emottisi
Sudorazioni notturne


Nei soggetti con compromissione della funzione immunitaria o in quelli con trattamento inadeguato, l'infezione polmonare può diffondersi ad altre parti del corpo comportando:
Linfadenite tubercolotica (scrofolosi, forma più comune)
TB pleurica (5%)
TB scheletrica (35%, malattia del Pott che coinvolge la spina dorsale e le articolazioni)
Meningite tubercolotica (il più spesso in bambini)
TB gastrointestinale
TB urogenitale (risultati in sterilità in 10% di quelli infettati universalmente)
Peritonite tubercolare
Pericardite tubercolare
Tubercolosi miliare (diffusa, più spesso nei casi di AIDS)
TB cutanea (lupus vulgaris, noduli, o ascessi)


Gli individui ad alto rischio di esposizione alla TB includono:
Individui infetti da HIV
Basso livello economico
Alcolisti o utenti di droghe illecite endovenose
Senzatetto
Condizioni di vita affollate
Immunodeficienza
Bambini e persone anziane
Persone a stretto contatto con casi di infetti da tubercolosi
Operatori sanitari di strutture di assistenza a lungo termine, ospedali, cliniche e laboratori medici
Persone di origine straniera provenienti da paesi con elevata prevalenza di tubercolosi
Minoranze razziali ed etniche
Residenti delle istituzioni correttive, case di cura, istituzioni mentali ed altre strutture di lunga durata di cura


Condizioni/fattori che risultano ad alto rischio di TB e che progrediscono all'infezione attiva dopo l'esposizione includono:
Bambini (< 4 anni) e adolescenti che hanno stretto contatto con adulti ad alto rischio
Infezione da HIV
Asma
Insufficienza renale cronica
Diabete mellito
Uso a lungo termine di corticosteroidi o immunosoppressori
Gastrectomia o bypass digiunoileale
Peso corporeo basso (10% in meno dell'ideale)
Tumori maligni come leucemia e linfoma
Silicosi