RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

26 gennaio 2018

Ipertrofia prostatica o prostatite cronica?

Ipertrofia prostatica
Si presenta tipicamente con una progressiva riduzione del flusso urinario, esitazione, frequenza e nicturia. Può presentarsi anche con ritenzione acuta di urina.
L’analisi delle urine solitamente é negativo.
L'esame istologico della prostata rivela ipertrofia prostatica benigna

Prostatite cronica
Lo svilupparsi di sintomi quali disuria, pollachiuria, dolore pelvico e (talvolta) impotenza suggerisce un’infiammazione cronica e/o un’infezione della prostata.
La prostatite acuta o cronica, detta anche sindrome dolorosa pelvica cronica, é:
molto frequentemente di origine batterica e colpisce prevalentemente i pazienti al di sotto dei 60 anni di età
Essa si manifesta con:
disturbi minzionali di tipo irritativo - ostruttivo, fastidio o dolore sovrapubico e perineale, eiaculazione precoce e fastidiosa, se non proprio dolorosa, eventualmente un calo del desiderio sessuale che, per la maggior parte delle volte, si associa anche ad un calo dell'erezione.
La fuoriuscita di secrezioni prostatiche mediante esplorazione digitale rettale può rivelare leucociti in assenza di batteri all’esame al microscopio.
Gli esami di laboratorio possono presentarsi con normali analisi delle urine e urinocoltura negativa.

Qual’é la diagnosi differenziale
Ciò che differenzia le due patologie e che ci indirizza alla diagnosi:
-il tempo di insorgenza, tardiva per l’Ipertrofia prostatica, piú precoce per la prostatite.
-l’ipertrofia prostatica rappresenta una patologia di origine ostruttiva, la prostatite, invece, é di origine flogistica / infettiva.
NB. Una situazione di origine ostruttiva, comunque, si può riscontrare anche nei pazienti giovani, nei quali puó verificarsi un fenomeno, su base flogistica o congenita, rappresentato da una rigidità del collo vescicale, detto sclerosi del collo vescicale.

Ma i sintomi urinari possono sovrapporsi
I suddetti sintomi urinari possono verificare sia nel paziente affetto da Ipertrofia Prostatica Benigna che da Prostatite e la causa é un’iperattività del muscolo detrusore
-Esitazione all’inizio della minzione
-Minzioni imperiose e frequenti
-Pollachiuria
-Sgocciolamento al termine della minzione
-Minzioni notturne, nicturia
-Diminuzione della potenza del getto urinario
-Sensazione di svuotamento urinario incompleto

Qual’é il trattamento della prostatite batterica cronica?
In essa é utile un periodo prolungato di antibiotici orali (per esempio, trimetoprim/sulfametossazolo) per 6 settimane, farmaci anti-infiammatori ed un trattamento di supporto (evitando la caffeina, aumentando l'assunzione di acqua e assumendo bagni caldi).

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI