RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

25 giugno 2017

Polmoniti batteriche, gli agenti eziologici piú comuni

Streptococcus pneumoniae (20% - 60% dei casi di polmoniti acquisite in comunitá): l'incidenza è in diminuzione grazie all'uso diffuso della vaccinazione pneumococcica

Haemophilus influenzae (3% - 10% dei casi di polmoniti acquisite in comunitá)

L. pneumophila (1% - 5% delle polmoniti negli adulti) (2% - 8% dei casi di polmoniti acquisite in comunitá)

Klebsiella, Pseudomonas, Escherichia coli

Stafilococco aureo (3% - 5% dei casi di polmoniti acquisite in comunitá)

Organismi atipici quali M. pneumoniae,  c. pneumoniae ed  L. pneumophila sono implicati nel 40% dei casi di polmoniti acquisite in comunitá

Le infezione pneumococciche sono responsabili per il 50% -75% delle polmoniti. L'influenza è uno dei fattori predisponenti importanti per la polmonite da S. pneumoniae e S. aureus

Organismi gram-negativi causano piú dell' 80% delle polmoniti nosocomiali


Quali sono i fattori predisponenti?

Malattia polmonare ostruttiva cronica: H. influenzae, S. pneumoniae, Legionella, Moraxella catarrhalis

Crisi epilettiche: polmonite da aspirazione

Ospite compromesso: Legionella, organismi gram-negativi

Alcolismo: Klebsiella, S. pneumoniae, H. influenzae

HIV: S. pneumoniae

Tossicodipendenti con endocardite batterica destraper iniezioni endovena: Staphylococcus aureus

Pazienti anziani con comorbiditá: c. pneumoniae

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI