RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

6 maggio 2017

ORIENTAMENTI SULLA GESTIONE DELLE ARITMIE ATRIALI

Tachicardia sinusale

tratta la causa sottostante!


Bradicardia sinusale

tratta solo se il paziente è sintomatico

determina la causa sottostante

se é il caso, somministra atropina

considera isoproterenolo (usato raramente) o un pacemaker se necessario


Flutter atriale

converti a ritmo sinusale o controlla la frequenza ventricolare per fornire un'adeguata gittata cardiaca

controllo della frequenza: beta-bloccanti o calcio-antagonisti

anticoagulanti per prevenire la formazione di tromboemboli

manovre vagali, adenosina

altri provvedimenti cardioversione, pacing atriale, defibrillatori atriale, ablazione mediante catetere, cardioversione farmacologica (procainamide, flecainide, dofetilide, ibutilide)


Fibrillazione atriale

converti a ritmo sinusale o controlla la frequenza ventricolare per fornire un'adeguata gittata cardiaca

utilizza la cardioversione (generalmente ha successo nei casi acuti di fibrillazione atriale)

controlla la frequenza: beta-bloccanti o calcio-antagonisti, digitalici se la funzione ventricolare sinistra è ridotta (usati raramente come singola terapia), amiodarone (se l'aritmia non risponde ad altri agenti)

anticoagulanti per prevenire la formazione di tromboemboli

altri provvedimenti: stimolazione atriale, defibrillatore atriale, ablazione mediante catetere


Tachicardia parossistica sopraventricolare

tentativo di trattamento non invasivo con stimolazione del riflesso vagale mediante manovra di Valsalva o massaggio carotideo (ma solo in pazienti senza soffi carotidei)

tratta con adenosina endovena o calcio antagonisti

cardioversione sincronizzata

altri provvedimenti: calcio-antagonisti come verapamil o diltiazem oppure beta-bloccanti come metoprololo o esmololo

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI