RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

5 gennaio 2017

Herpesvirus, strategia di replicazione

Gli herpesvirus sono trasmessi attraverso il diretto contatto con saliva, seme, liquido cervicale o con il liquido di una lesione attiva

I virus si replicano a livello della porta d'entrata come la cute o la mucosa lese per innescare l'infezione.
Il flusso assonale dei neuroni retrogadi alla porta d'entrata trasporta i capsidi del virus ai gangli sensoriali dove il virus si replica una seconda volta e stabilisce una latenza

L'hsv1 piú comunemente si replica a livello della mucosa orofaringea ed instaura una latenza nei gangli trigeminali
L'hsv2 invece instaura l'infezione nelle mucose genitali e la latenza nei gangli sacrali

Il virus persiste tutta la vita dell'ospite (il paziente per intenderci) ed è capace di sfuggire al riconoscimento da parte del sistema immunitario dello stesso

Il virus ha l'abilità di nascondersi ai sensori nervosi spontaneamente o mediante uno stimolo appropriato nonostante l'immunità umorale e cellulomediata

Gli stimoli che in questi casi comunemente si associano riproponendo le manifestazioni della malattia possono essere i seguenti:
-stress fisici ed emozionali
-febbre
-esposizione a raggi ultravioletti
-danno nervoso o tessutale
-immunosoppressione
-caldo
-freddo
-mestruazioni
-lnfezioni
-stati di affaticamento

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI