RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

29 ottobre 2016

Testosterone. Terapia sostitutiva: effetti dalla loro prima manifestazione fino a quelli massimi raggiunti.

Il testosterone ha uno spettro di effetti sull'organismo maschile carente di questo ormone. Vediamo quali sono questi effetti ed in quanto tempo vengono raggiunti


-Gli effetti sull'interesse sessuale si verificano dopo 3 settimane e raggiungono un plateau a 6 settimane, con nessun ulteriore incremento previsto oltre.

-Le modifiche nelle erezioni/eiaculazioni possono richiedere fino a 6 mesi.

-Gli effetti sulla qualità della vita si manifestano entro 3-4 settimane, ma i massimi benefici richiedono più tempo.

-Gli effetti sull'umore depresso divengono rilevabili dopo 3-6 settimane con un massimo effetto dopo 18-30 settimane.

-Gli effetti sull'eritropoiesi sono evidenti ai 3 mesi, con un picco al 9-12.mo mese

-L'antigene prostatico specifico aumenta marginalmente, con un plateau a 12 mesi; un ulteriore aumento dovrebbe essere correlato all'invecchiamento, piuttosto che alla terapia.

-Gli effetti sui lipidi appaiono dopo 4 settimane, e divengono massimi dopo 6-12 mesi.

-La sensibilità all'insulina può migliorare entro pochi giorni, ma gli effetti sul controllo glicemico divengono evidenti solo dopo 3-12 mesi.

-I cambiamenti nella massa grassa, massa magra e forza muscolare si verificano entro 12-16 settimane, stabilizzandosi a 6-12 mesi, ma possono continuare marginalmente negli anni.

-Effetti sull'infiammazione si verificano entro 3-12 settimane.

-Effetti a livello delle ossa sono rilevabili già dopo 6 mesi pur continuando almeno per 3 anni.


In definitiva altresí lo spettro delle variazioni é  considerevole, probabilmente perché legato alla farmacodinamica della preparazione del testosterone che viene impiegato.
Effetti genomici e non genomici, polimorfismo del recettore dell'androgeno e metabolismo steroideo intracellulare, possono ulteriormente contribuire a tale diversità.

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI