RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

12 giugno 2016

PROSTATITE NON BATTERICA

L'eziologia di questa sindrome è in gran parte dei casi poco chiara
Improbabile che la causa sia dovuta alla persistenza di microrganismi atipici come la clamidia o l'ureaplasma
In definitiva é una sindrome che si manifesta con:
dolore addominale, pelvico, perineale o rettale
disturbi della funzione sessuale
assenza di batteri nelle urine (e nel liquido ottenuto da massaggio prostatico)

Il dolore quindi è il segno distintivo di questa condizione

Valutazione
Si tratta di una diagnosi di esclusione
Di conseguenza, devono essere esclusi i problemi comuni
Dovranno essere praticati:
-un'urinocoltura per batteri
-la determinazione dell'antigene specifico per la prostata (PSA) per escludere un cancro della prostata
-l'esame rettale della prostata per escludere tumori rettali distali e anomalie della prostata
-l'ecografia transaddominale per escludere un ascesso prostatico
-la ricerca di cellule infiammatorie nella secrezione prostatica
N.B. Il massaggio prostatico non dovrebbe essere fatto se si sospetta una prostatite batterica franca


Trattamento
Controllo del dolore
gli agenti anti-infiammatori (FANS) sono in genere utilizzati ma risultano di moderato beneficio
i narcotici dovrebbero essere utilizzati solo in casi selezionati
il massaggio prostatico può essere efficace in alcuni pazienti
semicupi e/o bagni caldi in una vasca possono aiutare ad alleviare i sintomi
i bloccanti alfa-adrenergici possono certamente essere utili in questa sindrome

Trattamento antibiotico
Anche con le colture negative, gli antibiotici vengono usati in questa condizione
Il TMP/SMX è solitamente di prima linea
I fluorochinoloni, la doxiciclina o l'azitromicina sono di seconda scelta
Un trattamento di 10-30 giorni con i suddetti antibiotici può essere utilizzato anche in assenza di chiare infezioni
Alcuni pazienti con prostatite con colture negative avranno, in tal caso, un beneficio clinico

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI