RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI

8 giugno 2016

FRATTURE, PREVENZIONE

L'assunzione di calcio e vitamina D deve essere ottimizzato

Calcio + vitamina D non hanno ridotto le fratture negli anziani con precedenti fratture da trauma lieve
I bifosfonati di seconda generazione (come l'alendronato) sono molto efficaci

La terapia di rimpiazzo ormonale (HRT) e i SERMS (Selective estrogen receptor modulator) riducono anche il rischio di frattura

La terapia ormonale sostitutiva (costituita dagli agonisti dei recettori degli estrogeni) previene anche le fratture non vertebrali per circa 27% dei casi rispetto al placebo, ha però un'attività uterotropica e proliferativa, e puó aumentare l'incidenza di tumori dell'utero nelle donne in terapia.

Il raloxifene (Evista®), un SERM (Selective estrogen receptor modulator) ovvero modulatore selettivo del recettore degli estrogeni è in genere preferibile alla terapia ormonale

RICERCA TRA GLI OLTRE 5MILA ARGOMENTI