RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI

2 settembre 2015

SCOMPENSO CARDIACO, PRESENTATA ALL'EUROPEAN SOCIETY OF CARDIOLOGY (ESC)
LA RICERCA REALITY-BASED SUI PAZIENTI ITALIANI

Londra, 1° settembre 2015 – Presentato al Congresso ESC 2015, in corso in questi giorni a Londra, lo studio ARNO, condotto dal Consorzio CORE CINECA con il sostegno di Novartis: una fotografia "real life" sull'impatto dello scompenso cardiaco in Italia, da un campione di 2.500.000 persone.

Lo studio ARNO conferma lo scompenso cardiaco tra le patologie croniche più complesse, che necessita di particolare attenzione a livello diagnostico e clinico. Urgente è ridurre il peso dei ricoveri: il costo delle riospedalizzazioni è quasi il doppio della prima degenza ospedaliera (oltre 7.000 euro vs circa 4.500 per il primo ricovero). La probabilità per un paziente con scompenso cardiaco di essere ricoverato di nuovo entro l'anno è del 56.6%: oltretutto quasi la metà di queste riospedalizzazioni non è dovuta a cause cardiovascolari ma ad altri motivi.

RICERCA TRA GLI OLTRE 6MILA ARGOMENTI